11 giugno 2006: l’incredibile notte di Torino-Mantova

0
210

Una delle serate più importanti, legate alla storia granata contemporanea, è certamente quella dell’11 giugno 2006, la notte della finale-promozione contro il Mantova. Si gioca nel nuovo ma già vecchio e stracolmo Delle Alpi; uno stadio come una cosa viva, che emana pathos ed emozioni, proprio come quelle che regalerà la squadra in una cavalcata durata 120 minuti. Eccolo, dunque, il tabellino granata di quella indimenticabile nottata: Taibi; Nicola, Brevi, Doudou, Balestri; Lazetic (8’ pts Melara), Gallo, Longo (34’ st Edusei), Rosina;Muzzi (20’ st Fantini), Abbruscato.

 

Rimasero invece a trepidare in panchina il secondo portiere Fontana, Ferrarese, Stellone e Vryzas. Il primo tempo si concluse 1-0, grazie ad un rigore al rallentatore di Rosina; al novantesimo il discorso qualificazione era di nuovo in equilibrio (rispetto al 4-2 dell’andata a Mantova) grazie al bis a metà ripresa di Muzzi. E allora avanti con i supplementari: cinque minuti e segna Davide Nicola. Tutto finito? Per nulla, perché Poggi, uno che da giovane aveva segnato spesso e volentieri in quello stesso stadio alla Juve, fa 3-1 e costringe il Toro a difendere la serie A con le unghie e con i denti, con tanta sofferenza e anche qualche colpo proibito. Di quella notte rimangono, ancora oggi, alcuni flash incancellabili.

 

Come il gol dell’eroe della promozione Nicola, granata nell’animo di una squadra dal granatismo sfrenato. O ancora la corsa a perdifiato fin sotto la Maratona del “primo” Urbano Cairo mano nella mano con Gianni De Biasi, appena nominato il Ferguson granata. Quant’acqua da allora sotto i ponti…

Condividi