Caos Catania: indagato l’ex granata Fiamozzi. Pulvirenti: ”Io innocente”

0
73

Da Catania, si sta sviluppando una nuova, tristissima vicenda di calcio, quella relativa allo scandalo della società di Pulvirenti. Nel corso della conferenza stampa che si è tenuta nel capoluogo etneo, gli inquirenti hanno reso noti i primi nomi di calciatori che hanno ricevuto un avviso di garanzia: si tratta di Bernardini (Livorno), Fiamozzi (Varese), Pagliarulo e Daì (Trapani), Bruscagin (Latina). Questi sono soltanto alcuni dei nomi coinvolti, ma altri indagati non hanno ancora ricevuto l’avviso di garanzia.

 

Le squadre coinvolte nello scandalo, oltre ovviamente al Catania, sono Varese, Latina, Trapani, Ternana e Livorno, tutte sfide del girone del ritorno, e si indaga anche sulla sfida contro l’Avellino. Dalle prime ricostruzioni, sembra che i dirigenti etnei offrissero dieci mila euro a partita per combinare un risultato positivo per il Catania, ma non ci sarebbe il coinvolgimento diretto delle società in questione. I risultati delle partite: Catania-Livorno 1-1, Catania-Trapani 4-1, Latina-Catania 1-2, Varese-Catania 0-3 e Catania-Ternana 2-0

 

Lo Monaco, Ferrigno e Failla, invece, sono indagato per un altro filone di indagini, ma su partite che riguardano il Messina. 

 

****AGGIORNAMENTO*******

Arrivano le prime dichiarazioni del presidente del Catania Puvlirenti. Il patron etneo ha dichiarato: “Sono innocente e completamente estraneo ai fatti. Ho fiducia nella Magistratura, e dimostrerò la mia innocenza”.

Condividi