Pulvirenti confessa, ma aggiunge: ”I contatti non hanno inciso sulle gare”

0
77

Attraverso il proprio sito, il Catania Calcio ha voluto precisare la posizione del suo ex Presidente Pulvirenti, dimessosi da tutte le cariche in società (ricorda proprio il club rossazzurro), che questa mattina ha confessato di avere avuto dei contatti per falsificare il risultato di cinque partite di Serie B e evitare la retrocessione della squadra in Lega Pro.

 

“Il signor Antonino Pulvirenti” comunica il Catania attraverso una nota redatta dal prof. Grasso e l’avv. Lattanzi “che qualche giorno addietro si è dimesso da tutte le cariche sociali del Calcio Catania, ha chiarito oggi la sua posizione nel corso di un lungo interrogatorio dinanzi al giudice delle indagini preliminari, dimostrando in particolare la sua assoluta estraneità al fenomeno del calcioscommesse.  Il signor Pulvirenti ha ammesso di aver avuto dei contatti con altri soggetti al fine di condizionare il risultato di alcuni incontri, e ciò al fine di salvare dalla retrocessione il Catania”.

 

Stupisce, però, la parte finale della nota stessa, che afferma come sempre Pulvirenti abbia “tuttavia manifestato la convinzione, anche alla luce della lettura degli atti, che tali contatti non abbiano avuto nessuna reale incidenza sull’esito degli incontri in questione”. Come a dire: contatti sì, ma esito truccato no. La difesa del Catania sembra cercare di fare perno su questa ipotesi, per scongiurare una pesante sentenza a suo carico.

 

Condividi