Bologna, dopo Mirante si punta Ilicic. Abel Hernandez conteso con il Chievo

0
63

Stupisce la neopromossa Bologna, con una mercato all’altezza delle affini di Premier League. Dopo l’ufficialità di Mirante pare essere più che mai vicina al viola Ilicic, l’offerta per il quale sembra aggirarsi attorno a sette milioni. Definitivo è anche il prestito con obbligo di ricatto del centrocampista blucerchiato Rizzo, più aleatorie rimangono le piste per Defrel, Abel Hernandez ed il ritorno di Gaston Ramirez il cui ostacolo è soprattutto monetario.

 

All’incombere dei ritiri estivi, si riscalda il calciomercato. La squadra più attiva è l’inter di Mancini, alle prese con la ricostruzione della rosa, che intavola trattative a destra e a manca, ma esclusivamente all’estero. Non è un mistero difatti che gli obiettivi dei nerazzurri si trovino oltre i confini nostrani; infatti dopo le trattative andate a buon fine – Maurillo, Kongdobia, Miranda e Zukanovic unica operazione italiana, di cui però manca l’ufficialità -, si intavolano quelle con Montoya, che stasera arriverà a Milano, e Jovetic, il cui agente conoscerà oggi la proposta del club. Non si vedono invece spiragli di luce per un accordo con la Fiorentina per Salah, così lo stato maggiore interista sonda la pista per Cuadrado contattando il Chelsea. Rallenta invece il Milan di Berlusconi, forte degli arrivi di Bacca (30 milioni) e di Bertolacci, giunto alla corte di Mihailovic con l’ufficializzazione di pochi giorni fa per venti milioni di euro. Una squadra sempre più made in Italy quella rossonera che asseconda la richiesta fatta dal presidente.

 

Trova nuovo impulso anche il mercato della Roma, che, grazie alle cessioni di Holebas al Watford e di Destro al Monaco per una cifra di 11 milioni più bonus, inietta nuovo capitale da investire; i nomi più in voga sono quelli di Dzeko e Wijnaldum, ricordano il pregevole acquisto di Iago Falque dal Genoa. Pressione sui liguri arriva anche dal Napoli che punta Perotti, col quale ha già stilato un accordo di massima, ora manca solo l’intesa con Preziosi. Il mercato partenopeo rimane però ancorato a congetture e offerte, è invece quasi sicura la partenza del cileno Vargas, il quale si è messo in mostra con ottime prestazioni in coppa America.

 

Diventa ufficiale l’acquisto del regista dell’Under 21 Federico Viviani da parte del Verona, il quale ha provocato l’ira del presidente del Palermo Zamparini, che si è visto sfilar via il giocatore, irrispettoso dell’accordo con i siciliani. Attivo è anche il Chievo, che dopo Cacciatore, tenta l’assalto ad Hernandez e Nico Lopez.

Condividi