La Sampdoria già all’opera dal 1° luglio. Il Milan lavora solo in casa

0
44

Come di consuetudine, anche quest’anno, le squadre di serie A si riuniranno per il ritiro estivo per affrontare al meglio e serenamente la preparazione pre-stagione. Una tattica assodata per compattare i gruppi alla luce dei nuovi acquisti che dovranno adattarsi a stili di gioco sconosciuti.

Il ritiro del Toro si svolgerà per il terzo anno di fila (anche se nel 2014 è stata sede del solo ritiro anticipato per l’Europa League) a Bormio, una cittadina situata nell’Alta Valtellina, in provincia di Sondrio. Il terzo accordo consecutivo tra il club e l’ufficio turistico del paese era già stato agli inizi di maggio, causa principale della scelta è sicuramente il clima fresco e asciutto del luogo che permette sedute di allenamento meno stressanti dal punto di vista fisico, ma anche il paesaggio ameno e rilassante, da quanto scritto nel comunicato del club, ha influito nell’esito. Il periodo di soggiorno in loco per la squadra è previsto dal 12 luglio fino al 26 dello stesso. Ma il tour granata non finirà qui, è infatti stabilita una seconda tappa – nei giorni compresi fra il 29 luglio ed il 6 agosto – che porterà l’organico in Valle d’Aosta, più precisamente nel comune di Chatillon. A determinare lo spostamento verso il confine francese è stata la partita amichevole con lo Stade Rennais fissata per il primo giorno di agosto.

 

Più frettolosi i blucerchiati, i quali, in vista dell’impegno europeo, hanno dato ieri inizio alla prima fase del ritiro a Temù in provincia di Brescia, la seconda prenderà avvio il 14 a Pinzolo nella zona di Trento; segue l’Inter di Mancini che si ritroverà ad Appiano Gentile domani (3 luglio), per poi partire alla volta di Riscone di Brunico, località in provincia di Bolzano che aveva ospitato il Torino l’anno scorso. Le date programmate sono quelle dal 5 luglio fino al 15 del mese. Sedentario è anche il ritiro dei viola, che si tratterranno dal 7 al 19 di luglio a Moena in provincia di Trento; similmente i partenopei alloggeranno a Dimaro (11-29 luglio), sempre in provincia di Trento. Il programma più mobile è del Palermo che darà il via agli allenamenti a Coccaglio in provincia di Brescia dall’8 al 9 luglio, per poi trasferirsi in Austria, a Bad Kleinkirchen, fino al 19 luglio, tornare nel Bresciano – Ponte di Legno – tra il 21 luglio ed il 2 agosto e concludere a Storo nel Trentino dal 6 al 12 agosto. Diversa è la strategia del  Milan che inizierà i lavori in vista per la nuova stagione in casa propria a Milanello in un periodo compreso fra l’8 e il 20 di luglio. Rimarrà stabile anche la trasferta della squadra genoana che permarrà a Neustift (Austria) per dodici giorni.

 

Unico dato da rilevare è la prevalenza di luoghi scelti nel Trentino, di cui è complice il confortevole clima e la qualità degli imnpianti sportivi.

 

Di seguito l’elenco completo di ritiri e date ufficializzati:

 Atalanta: Rovetta (Bg) 20 luglio-2 agosto;

Bologna: Castelrotto (Bz) 12-27 luglio;

Carpi: Valdaora (Bz) 12-24 luglio, Urbino 26 luglio-1 agosto;

Chievo Verona: San Zeno di Montagna (Vr) 8-25 luglio;

Empoli: Vinci (Fi) 7 luglio-8 agosto;

Fiorentina: Moena (Tn) 7-19 luglio;

Frosinone: San Donato Valdicomino (Fr) 7 luglio-2 agosto;

Genoa: Neustift (Austria) 13-25 luglio;

Inter: Riscone di Brunico (Bz) 5-15 luglio;

Juventus: Vinovo (To) 16 luglio-2 agosto;

Lazio: Auronzo di Cadore (Bl) 9-19 luglio;

Milan: Milanello (Va) 8-20 luglio;

Napoli: Dimaro (Tn) 11-29 luglio;

Palermo: Coccaglio (Bs) 8-9 luglio, Bad Kleinkirchen (Austria) 10-19 luglio, Ponte di Legno (Bs) 21 luglio-2 agosto, Storo (Tn) 6-12 agosto;

Roma: Pinzolo (Tn): 6-12 luglio;

Sampdoria: Temù (Bs) 1-14 luglio, Pinzolo (Tn) 14-29 luglio;

Sassuolo: Malles (Bz) 8-25 luglio, Carpineti (Re) 28 luglio-6 agosto;

Torino: Bormio (So) 12-26 luglio, Chatillon (Ao) 29 luglio-6 agosto;

Udinese: Udine 6-31 luglio;

Verona: Racines (Bz): 11-26 luglio.

 

Condividi