I tifosi chiamano Guidetti: “Vieni al Toro!”. Ma non è prioritario

0
79

Potenza del tifo 2.0, quello che si fa anche davanti a un monitor, e con una tastiera del computer. Che John Guidetti sia un nome accostato al Toro in questi ultimi giorni, è noto vieppiù a tutta la tifoseria granata: l’attaccante classe ’92, di chiare origini italiane, è a parametro zero e l’agente Carlo Cavalleri vorrebbe riuscire a portarlo in Italia. Il costo dell’ingaggio è superiore al milione e mezzo di euro e sta per ora raffreddando tutte le potenziali interessate: dall’Udinese, che ci aveva provato in primavera, ha per ora preso tempo, e così anche la Fiorentina. All’estero, poi, altre possibilità: su tutte il Siviglia, che però non ha trovato l’accordo, di nuovo, a fronte delle pretese giudicate eccessive dal giocatore ex Manchester City, cresciuto nelle giovanili del Brommapojkarna, una squadra che i tifosi del Toro hanno imparato a conoscere piuttosto bene, quest’anno.

 

E il Toro stesso? Alla dirigenza granata, il giocatore è stato proposto. O meglio, riproposto, dopo che due anni fa era stato seguito, ma poi scartato. Ventura, dal canto suo, non ha dato – di recente – un parere negativo nei confronti di questa punta forte fisicamente, e abile tecnicamente, tuttavia i piani del Toro per ora riguardano soltanto marginalmente il giocatore. Per la serie: prima altri obiettivi, poi, nel caso, ecco Guidetti. Una trattativa che, di fatto, non è ancora nata, ma un discorso informale tra le parti che tiene comunque in stand-by il nome del giocatore in orbita granata, quel tanto che basta da scatenare, però, i tifosi del Toro.

 

Da qualche tempo a questa parte, infatti, un’iniziativa spontanea nata su Facebook ha portato la pagina ufficiale del calciatore a essere inondata di messaggi di affetto da parte dei tifosi del Toro. “Forza, ti aspettiamo!“, “Dai, vieni al Toro!, i messaggi più comuni, spesso accompagnati da foto o video che esaltano le gesta della squadra granata nella storia. Un modo per far capire a Guidetti che, se dovesse arrivare la proposta giusta, l’accoglienza sarebbe davvero a braccia aperte. I tifosi, dal canto loro, hanno già deciso. Il Toro, per ora, prende tempo.

 

 

Condividi