Toro, l’allenamento mattutino a Bormio

0
32

nostri inviati a Bormio

Ivana Crocifisso / Valentino Della Casa

 

È calata molto la temperatura qui a Bormio, dove il Toro si appresta a vivere il suo penultimo giorno di ritiro, prima del rompete le righe programmato da Ventura e dal suo staff: il violento acquazzone di ieri sera ha infatti reso particolarmente fresca e umida la giornata odierna, ma le condizioni climatiche restano comunque buone per il gruppo che questa mattina si appresta a lavorare in campo.

 

La squadra è da pochi minuti sul terreno di gioco per il riscaldamento: è prevista una fase di lavoro atletica e una con il pallone, per ripassare le tattiche da adottare questo pomeriggio contro il Renate. Pochi tifosi sono in questo momento sugli spalti.

 

Dopo i giri di corsa blanda per il riscaldamento, ora il gruppo lavora sulla coordinazione. C’è anhce Stevanovic, che ieri mattina non si è allenato con il resto del gruppo. L’esterno e Morra sono però in palestra.

 

Terminato il riscaldamento, Ventura ha divio il gruppo in tre minisquadre, ma tutte devono giocare nello stesso spazio ristretto ed esercitarsi nei passaggi.

 

Ventura dà molte indicazioni alla squadra, chiede ai giocatori di toccare il pallone in maniera rapida, senza che si perda troppo tempo. I portieri intanto lavorano con i preparatori.

 

Terminata la parte con il pallone, ora la squadra segue il lavoro di Innocenti: salto con gli ostacoli e esercizi di coordinazione. Non si allenano con i compagni Baselli, Zappacosta, Silva, Martinez e Benassi, che invece fanno giri di corsa intorno al campo a ritmo davvero molto sostenuto.

 

Cambia ancora il lavoro per alcuni elementi del gruppo: Bovo e Jansson devono correre con a rimorchio il disco pesato. Gli altri giocatori (esclusi quelli citati in precedenza) devono lavorare sulla coordinazione.

 

Stevanovic e Morra sono ora in campo: lavoro personalizzato con il pallone.

 

Dopo l’allenamento atletico, ora si lavora sugli schemi da lcacio piazzato e sui tiri. Il gruppo è diviso in due: uno seguito da Ventura, l’altro da Sullo.

 

Si passa agli schemi su calcio d’angolo, dopo le punizioni. Intanto aumenta il numero di spettatori sugli spalti, venuti ad assistere all’amichevole col Renate in programma per il pomeriggio.

 

L’allenamento sta a poco a poco volgendo al termine, ci sono già dei giocatori nella piscina di acqua fredda. Ichazo e Padelli continuano a esercitarsi nelle parate, con qualche compagno che tira dei rigori.

 

Condividi