Toro, ecco il Pescara

0
43

Non è mai facile ricostruire una stagione in Serie B dopo aver assaporato la promozione nella massima serie. Le pressioni attorno al confermato Massimo Oddo sono tante e i tifosi sognano un campionato al vertice, dopo la sfortunata doppia finale playoff contro il Bologna. Il Pescara dovrà essere una protagonista della prossima stagione, ma gli equilibri della Serie B sono sottili e delicati: confermarsi è più difficile che deludere.

 

I delfini dovranno fare a meno di due trascinatori del passato campionato: Federico Melchiorri e Birkir Bjarnason. L’attaccante si è trasferito al Cagliari, lasciandosi alle spalle le 14 reti dell’ultima stagione, il centrocampista islandese è passato al Basilea, dopo essere stato a un passo dai granata: il Pescara aveva addirittura già ufficializzato il trasferimento al Torino con una nota sul suo sito ufficiale. Per lui, in maglia bianco-azzurra uno straordinario campionato da 12 gol.
Due cessioni molto importanti, che hanno permesso al Pescara di  incassare 4 milioni da reinvestire, almeno in parte, per i nuovi acquisti.
Alla corte di Oddo sono arrivati, tra gli altri, giovani interessanti come Valoti, Mandragora, Forte e Fiamozzi, che hanno raggiunto giocatori di grande esperienza come Sansovini e Memushaj.

 

Contro il Sud Tirol, la squadra è scesa in campo con un 4-3-1-2: Davanti a Fiorillo difesa formata da Zampano, Zuparic, Fornasier, e Mignanelli; Verre, Torreira e Selasi, a centrocampo; Valoti alle spalle di Lapadula e Vukusic. Sansovini e Mandragora sono subentrati a metà del secondo tempo.
Il migliore in campo è stato il giovane Valoti, autore del primo gol dei suoi e protagonista in quasi tutte le azioni offensive del Pescara. Suo anche uno splendido colpo di tacco al volo, fermato solo dalla traversa. Il gol del definitivo 2-0 è stato siglato da Torreira. Meno bene, invece, la difesa, apparsa spesso in confusione contro un’avversaria di categoria inferiore.

 

In questa fase della stagione spesso le scelte degli allenatori sono dettate dalla condizione fisica dei giocatori: difficilmente Oddo riproporrà lo stesso undici anche contro i granata, ma il Pescara rimane una squadra con ottime individualità. Domenica sarà partita vera, la stagione del Toro sta per cominciare.

Condividi