Baselli-Verre: qualità made in Italy a confronto

0
130

Da una parte Daniele Baselli, dall’altra Valerio Verre. La partita di questa sera tra Torino e Pescara è anche la sfida nella sfida tra due dei giovani centrocampisti più promettenti del panorama italiano. Entrambi hanno iniziato a giocare nel ruolo di trequartista ma, con il passare degli anni, hanno arretrato la propria posizione in campo.

 

Daniele Baselli – Questa sera il centrocampista bresciano farà il proprio esordio in una partita ufficiale del Torino. Baselli è stato, insieme a Zappacosta, il principale colpo di mercato messo a segno da Cairo e Petrachi nell’ultima stagione. Dopo essersi messo in mostra in serie B con la maglia del Cittadella, nelle ultime stagioni il centrocampista si è messo in luce all’Atalanta, tanto da attirare le attenzioni anche di squadre del blasone del Milan. Il Toro quest’estate è però riuscito a strapparlo alla concorrenza ed assicurarsi le prestazioni del centrocampista. Ventura ha subito puntato su di lui per sostituire El Kaddouri, tornato a Napoli. Nel precampionato Baselli ha fatto vedere ottime cose che dovrà ora confermare nelle partite ufficiali.

 

Valerio Verre – Classe ’94, Valerio Verre è di due anni più giovane rispetto a Baselli. È cresciuto nelle giovanili della Roma, squadra che gli ha permesso di avere una lunga militanza nelle nazionali giovanili, dall’Under 16 in su, oltre che di esordire in Europa League nella stagione 2011/2012. Ma è nel campionato successivo che Verre si è fatto conoscere ai più esordendo in serie A con la maglia del Siena. Lo scorso campionato è stato quello della consacrazione in serie B, dove è stato una delle colonne portanti del centrocampo del Perugia. Ora la nuova avventura con il Pescara, iniziata lo scorso 4 agosto.
Verre è un giocatore capace di giocare bene il pallone con entrambi i piedi ed è anche un discreto tiratore di calci piazzati.

Condividi