I Top&Flop del terzo turno di Coppa Italia

0
43

Tante sorprese e qualche delusione nel terzo turno preliminare di coppa Italia, che attende ancora di conoscere il risultato di Catania-Cesena, in programma per questa sera allo stadio Massimino. Vediamo chi sono state le squadre “Top” di questo turno di coppa Italia e quali, invece, devono rientrare tra i “Flop”

 

Top

 

Alessandria: continua a stupire tutti la squadra piemontese. Dopo aver eliminato la Pro Vercelli nel derby, i grigi battono anche la Juve Stabia e si regalano l’affascinante sfida del Barbera contro il Palermo. La squadra di Scienza batte i campani grazie alla rete di Loviso nelle battute iniziali del match e riesce a mantenere il vantaggio per tutti i 90 minuti. Il sogno dell’Alessandria può continuare, Palermo attende i grigi, che non vogliono smettere di stupire.

 

Pavia: espugnare il Dall’Ara non è un’impresa da tutti. Ce l’ha fatta il Pavia, squadra di Lega Pro, che batte 1-0 il Bologna di Delio Rossi grazie al gol di Del Sante e conquista il pass per il quarto turno preliminare, dove troverà l’Hellas Verona. I lombardi hanno saputo sfruttare la serata negativa degli emiliani rossoblù e, con una prestazione attenta e concreta, sono riusciti a superare il turno. Anche per il Pavia, così come per l’Alessandria, l’avventura in coppa Italia può continuare, un po’ a sorpresa.

 

Salernitana: la sfida contro il Chievo Verona si è protratta fino ai tempi supplementari, e già questa è stata una piccola soddisfazione per la Salernitana. Poi, proprio negli ultimi secondi della sfida, la rete di Bovo ha fatto esplodere di gioia i granata, che passano il turno per trovare lo Spezia. Un’altra squadra di serie B, assolutamente alla portata dei ragazzi di Torrente. E la possibilità, superando i liguri, di ritrovarsi direttamente all’Olimpico di Roma, per affrontare i giallorossi.

 

Flop

 

Bologna: comincia male, malissimo la stagione che rappresenta il ritorno in serie A del Bologna. Il Pavia passa al Dall’Ara, i primi mugugni dei tifosi rossoblù si fanno sentire e Tacopina deve intervenire sul mercato. La trattativa per Mattia Destro è ben avviata, ma è in difesa che Delio Rossi ha bisogno di rinforzi: al momento, la retroguardia del Bologna è tutt’altro che affidabile. La sconfitta contro il Pavia ha fatto suonare un campanello d’allarme, ora la dirigenza dovrà rinforzare, e anche molto, la rosa rossoblù, per cercare di raggiungere la salvezza in campionato.

 

Empoli: una squadra rivoluzionata, a partire dall’allenatore, per passare alla cessione di giocatori eccellenti. Giampaolo non ha ancora avuto il tempo di plasmare la sua nuova rosa, e così è andato incontro alla prima delusione della stagione: al Castellani passa il Vicenza, i veneti trionfano per 1-0. In difesa, l’addio di Rugani si fa sentire, e non poco, e il tecnico dovrà far di necessità virtù, non avendo avuto grandi rinforzi dal mercato. La stagione dell’Empoli parte in salita, difficile immaginare a un altro miracolo in stile Sarri.

 

Frosinone: Stellone non parte bene, e impatta nella sconfitta contro lo Spezia, ai calci di rigore. Certamente dagli undici metri può succedere di tutto, per questo ci si aspettava molto di più dai ciociari nell’arco dei novanta minuti regolamentari più la mezz’ora di supplementari. Il tecnico, però, è già concentrato all’esordio assoluto in serie A proprio contro il Toro, squadra in cui ha giocato per diverse stagioni. E i tifosi non aspettano altro che domenica sera: al Matusa si comincia a fare sul serio. 

Condividi