Carpi forte su Amauri, ma l’attaccante fa resistenza

0
59

Dopo il sonoro 5-2 subìto ieri in campionato, la dirigenza del Carpi vuole correre ai ripari. Troppe lacune, secondo il ds Sogliano, nella rosa a disposizione di Castori, che già era alla ricerca di una punta di peso che potesse dare muscoli, centimetri e portarsi in dote qualche gol per aiutare la squadra alla rincorsa verso la salvezza. E se già era nei piani l’idea di arrivare almeno a un attaccante, dopo la partita del “Ferraris” c’è tutta l’intenzione di chiudere per uno degli obiettivi il prima possibile.

 

Tra questi, non unico in una vasta lista di nomi, c’è anche Amauri dal Toro. Toro che, non avendolo convocato per la trasferta di Frosinone, ha voluto mandare un segnale forte all’italo brasiliano: spazio ce n’è poco, e se ci fosse la possibilità di andare altrove (cosa che permetterebbe ai granata di risparmiare qualcosa come 800mila euro netti di ingaggio), allora ben venga. Meno convinto è proprio il giocatore, che a Torino si trova bene pur sapendo che non sarebbe certamente partito titolare ai blocchi di partenza.

 

È tuttavia previsto nel tardo pomeriggio di oggi un incontro tra l’agente del giocatore e proprio la dirigenza emiliana, per capire se, in qualche modo, si riuscirà a trovare la quadratura del cerchio sull’ingaggio, che il giocatore vorrebbe veder confermato intorno alle cifre percepite in granata, attualmente fuori dalla portata delle casse del Carpi. Si dovrà discutere parecchio, con il Toro che aspetta di capire se dovrà nuovamente intervenire sul mercato per una quinta punta o se, invece, resterà fermo così in attacco. Il futuro di Amauri resta incerto.

 

Condividi