Frosinone-Torino: Banti ok nella decisione clou

0
68

Buona prova dell’arbitro Luca Banti, designato per l’esordio assoluto del Frosinone nella massima serie al cospetto della squadra di Ventura. La gara del Matusa non è stata particolarmente spigolosa nonostante il fervore dei ragazzi di Stellone desiderosi di ben figurare dinanzi al proprio pubblico alla prima assoluta in serie A ed il gol giunto dopo appena 7’ (l’autore Soddimo parte in posizione regolare sul cross di Paganini).

 

Al 22’ sospetta ma regolare anche la posizione di Maxi Lopez che si ritrova ad un passo da Leali su assist aereo di Glik mentre due minuti dopo c’è l’offside segnalato a Quagliarella lanciato dalle retrovie e vanamente in gol. Al 38’ timide proteste di Dionisi il cui tiro dal limite sbatte sul gomito di Glik ma in modo del tutto fortuito e da distanza ravvicinata (peraltro il polacco era voltato di spalle). Al 42’ il direttore di gara livornese, tra le proteste dei ciociari, non ferma il gioco con Dionisi a terra dopo aver ricevuto un colpo involontario da Quagliarella. Al 45’ Bruno Peres è il primo a finire sul taccuino dell’arbitro dopo un fallo da dietro in zona d’attacco e relative proteste.

 

In avvio di ripresa l’episodio clou che avrebbe potuto cambiare la partita: Dionisi penetra in area e viene affrontato fallosamente da Moretti; tuttavia un attimo prima si libera di Glik con una scorrettezza (tirandolo per la maglietta): bravo in questo caso Banti ad accorgersi di tutto ed a fischiare il fallo precedente dell’attaccante frusinate il quale a sua volta invocava il penalty. Al 75’ ammonito il granata Maksimovic per fallo di ostruzione su Carlini (provvedimento eccessivo). Nel finale ammoniti anche Dionisi autore di una trattenuta ai danni di Bruno Peres e Matteo Ciofani per un fallo tattico su Quagliarella a metà campo. Al 92’ viene segnalata una posizione di offside dubbia in posizione defilata ai padroni di casa ma l’azione non era particolarmente pericolosa.

 

Direzione abbastanza positiva per l’arbitro livornese che in genere ha lasciato giocare senza che la partita gli sfuggisse di mano ed ha deciso in modo appropriato nei pochi casi da moviola. Interrotta anche la striscia negativa coi granata (lo scorso campionato due sconfitte in due partite) per un bilancio complessivo sempre passivo ed ora aggiornato a quattro vittorie, un pareggio e otto sconfitte.

Condividi