I Top e Flop della 2° giornata di serie A

0
42

Chievo e Toro in forma Champions, Lazio e Napoli in grande difficoltà. Sono questi i principali verdetti che ha dato la seconda giornata di serie A, sempre ricca di sorprese e di risultati inattesi. Ora due settimane di pausa, ma vediamo quali sono le squadre Top e quelle Flop di questo turno di campionato. 

 

Top

Chievo Verona. E’ la vera sorpresa del campionato, e in particolar modo della seconda giornata. Un 4-0 alla Lazio che ha dell’incredibile, e che conferma l’ottimo momento di forma della squadra di Maran. Paloschi-Meggiorini-Birsa, ancora loro, con l’ex granata particolarmente ispirato e autore dell’assist dell’anno. Gioca bene e diverte, questo Chievo Verona, ma l’aspetto più importante è che mancano soltanto 34 punti alla salvezza, decisamente alla portata dei clivensi. E, alla ripresa del campionato, un testacoda incredibile: Juventus-Chievo Verona, bianconeri ultimi, gialloblù primi.

Torino. Il primato dopo due giornate, con l’aggiunta di sei punti su sei disponibili, è un avvenimento che per i granata non diventava realtà da più di vent’anni. Contro la Fiorentina è arrivata la terza rimonta in altrettante gare ufficiali, che se da una parte fa suonare qualche piccolo campanello d’allarme per il reparto arretrato di Ventura, dall’altra esalta i tifosi perché ammirano una squadra che non molla mai. La pausa arriva nel momento sbagliato, perché i granata si sono dimostrati già in forma e con gli schemi ben appresi dai giocatori: tutti si augurano che dopo due settimane, a Verona, la magia non sia finita, ma che i granata continuino a far sognare.

Atalanta. Certamente il Frosinone non è una corazzata invincibile, ma per la squadra di Reja era necessario non fallire l’appuntamento con la vittoria in casa contro una diretta concorrente per la salvezza. I tre punti sono arrivati, Stendardo e Gomez hanno steso i ciociari e i nerazzurri bergamaschi si riscattano dopo la beffa subita a San Siro contro l’Inter in pieno recupero. La strada per la salvezza è ancora molto lunga, ma anche in questa stagione l’Atalanta ha ottime possibilità di centrare l’obiettivo stagionale.

 

Flop

Bologna. Un inizio di campionato negativo per i rossoblù, che al ritorno in serie A collezionano due sconfitte in due partite. Se contro la Lazio, a Roma, ci sta, contro il Sassuolo ci si sarebbe aspettati un’altra prestazione. La squadra di Delio Rossi, invece, tira appena tre volte verso lo specchio della porta difesa da Consigli: un po’ poco per pensare di portare a casa anche solo un pareggio.

Lazio. Probabilmente i biancocelesti non hanno ancora superato il contraccolpo psicologico dell’eliminazione in Champions League, ma prestazioni come quella di Verona sono inaccettabili. La Lazio non è stata mai stata in partita e ha perso meritatamente. Pioli deve correre ai ripari, perché anche i tre punti collezionati alla prima contro il Bologna hanno lasciato più dubbi che certezze. Certamente, però, l’infermeria piena e un mercato senza botti non aiutano il suo lavoro.

Napoli. Tanto bello quanto brutto il Napoli visto contro la Sampdoria. Una squadra da Champions nel primo tempo, che poi però si è disunita alle prime difficoltà e ha permesso ai blucerchiati di strappare un punto importante al San Paolo. Sarri non ha mai abituato a partenze sprint, ma Napoli è un ambiente che non aspetta: e un punto in due partite, contro Sassuolo e Sampdoria, è davvero poco. 

Condividi