Verona-Torino, Viviani sfida Baselli

0
88

Sono giovani, molto tecnici e con ampie prospettive di miglioramento che potranno farne, in futuro, due pedine importanti anche per la Nazionale. Intanto però Daniele Baselli e Federico Viviani rappresentano due dei giocatori più importanti di Torino e Verona, quelli che potrebbero, tra qualche ora, segnare il destino della sfida tra le due squadre. Saranno dunque loro i protagonisti del tradizionale duello di Toro.it, in attesa di vederli protagonisti anche in campo.

 

Daniele Baselli. Arrivato a Torino all’inizio del mese di luglio, Baselli era uno dei più attesi tra i nuovi acquisti granata, soprattutto dai tifosi che non vedevano l’ora di vedere all’opera quello che di li a poco sarebbe diventato il loro nuovo beniamino. Attesa che Daniele Baselli, punto fermo anche della Nazionale U21, ha pienamente ripagato sin dalle prime partite in maglia granata con 3 gol nelle prime tre uscite ufficiali tra Coppa Italia e campionato. Elegante, dotato di una tecnica notevole e, vista la giovanissima età, con ampi margini di miglioramento, è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante convincendo tutti dal mister a i tifosi a tutto l’ambiente granata. In poche settimane si è guadagnato un posto da titolare fisso diventando un asso spesso decisivo nella manica di Ventura che difficilmente se ne priverà quest’oggi contro il Verona.

 

Federico Viviani. Classe 1992, il giovanissimo centrocampista del Verona è sicuramente un’ottima freccia all’arco di Mandorlini. Come il suo avversario granata la giovane età gioca di certo a suo favore, garantendogli margi di miglioramento notevoli, nonostante dimostri già un livello tecnico decisamente elevato. Nato come attaccante, passa a fare il centrocampista negli Allievi della Roma sotto la guida di Stramaccioni che lo sposta in cabina di regia dove riesce ad esprimersi al meglio. Il passato da attaccante però non l’ha di certo dimenticato risultando spesso molto pericoloso, soprattutto sui calci piazzati. Un’arma in più per il tecnico del Verona che domani potrà contare anche sulle punizioni del suo giovane pupillo.

Condividi