Le pagelle di Hellas Verona-Torino

0
50

PADELLI 6: nel primo tempo si supera su Toni, quando con un balzo riesce a deviare un pallone diretto all’angolino. Non commette errori, incolpevole sul gol di Gomez

 

PERES 6: la partenza del Verona inibisce il Toro e non consente al brasiliano di effettuare le sue sgroppate. Quando parte palla al piede fa vedere di cosa è capace, ma quest’oggi la sua gara non va al di là della sufficienza

 

BOVO 5.5: nella lunga serie di calci piazzati conquistati dal Verona, il difensore si fa spesso sorprendere. Suo l’errore che consente a Toni di battere a colpo sicuro nell’occasione sventata da Padelli.

 

GLIK 6.5: dopo un quarto d’ora d’assestamento, dovuto ad una difesa completamente inedita, il capitano granata cresce e viene fuori. Sfiora il gol e, soprattutto nel secondo tempo, sono suoi quasi tutti i palloni che arrivano in area

 

MOLINARO 6.5: nel primo quarto d’ora è spaesato in un ruolo non suo, decisamente meglio da terzino. In fase offensiva crea un paio di pericoli prima del pareggio granata. Spinge con più continuità, ed è da un suo traversone che nasce l’azione del pareggio granata

 

AVELAR sv: la sua partita dura 15′, giusto il tempo di rimediare un giallo prima di lasciare il campo per infortunio (pt 15′ JANSSON 5: a sorpresa fuori dall’undici titolare, si ritrova a dover entrare in campo un po’ a freddo. Ingenuo e sfortunato in occasione del calcio di rigore, ma più in generale non trasmette sicurezza)

 

BASELLI 6.5: sempre lui, anche oggi. Dopo aver colpito Pescara, Frosinone e Fiorentina, trova il quarto gol in altrettante gare ufficiali. Comincia da interno destro, poi torna al suo ruolo naturale e, complice anche il leggero calo del Verona mostra di essere in quella posizione molto più a suo agio

 

VIVES 5.5: è l’uomo che a centrocampo soffre maggiormente il Verona, non riuscendo nel suo solito compito di filtro tra difesa e centrocampo

 

OBI 5: con un Baselli così, la chance non poteva che arrivare dalla doppia defezione di Benassi e Acquah, quest’ultimo in campo nella ripresa. Troppa poca precisione e molti passaggi sbagliati. Lo si vede solo per quello (st 6′ ACQUAH 7: entra e riesce ad essere decisivo nel giro di venti minuti, quando zittisce lo stadio due minuti dopo il vantaggio veronese. Nonostante la febbre gli abbia impedito di allenarsi con continuità, è lui a far cambiare marcia al Toro)

 

QUAGLIARELLA 6.5: se nel primo tempo il Toro non impensierisce mai la retroguardia veronese, nella ripresa inizia con una marcia diversa. Prima entra nell’azione che vede Glik correggere il suo colpo di testa, poi impegna Rafael costretto a respingere in occasione della rete di Baselli

 

BELOTTI 5.5: debutto non facile per il Gallo, vittima insieme al Toro di una partenza decisa del Verona. Un paio di scambi con Quagliarella ma poco altro. Poco servito, non tira mai in porta (st 13′ MAXI LOPEZ 5: un pallone d’oro servitogli da Baselli, dopo l’1-1, non sfruttato dall’argentino, poi poco altro. Non riesce ad essere decisivo da subentrante come al suo solito).

  

All. VENTURA 6.5: si ritrova a dover inventare completamente la difesa viste le tante defezioni e, per colpa degli infortuni nel corso della gara, è costretto a correggere in corsa. Un punto strappato di forza ad un Verona che, soprattutto nei calci piazzati, non trova il Toro preparato. La scelta di inserire Acquah, non al meglio, si rivela decisiva. 

 

Arb. IRRATI 5: sembra corretta la decisione di non assegnare il rigore al Verona nel primo tempo, generoso in occasione di quello concesso per il fallo di Jansson. Clamorosa la svista in occasione del mani in area di Moras, che manda su tutte le furie il Toro.

 

 Clicca qui per vedere gli highlights della partita!

 



Condividi