Morra, doppietta da sogno. Alfred Gomis para un rigore

0
124

Un fine settimana ricco di novità per i giocatori del Toro prestati tra Serie A, Serie B, Lega Pro e estero. Inizia a trovare spazio qualche elemento, altri poi emergono proprio e si dimostrano determinanti, come per esempio Morra, ex bomber della Primavera. Di seguito, ecco il resoconto dei “Talenti granata in tour

 

Serie A

 

 

Lys GOMIS, Frosinone

 


Minuti giocati: 0 (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol subiti: 0

 

 

 

Serie B

 

La seconda giornata del campionato cadetto vede esordire anche Alfred Gomis, complice l’infortunio di Agliardi. Il portiere, arrivato in Romagna perché fortemente voluto da Drago, non tradisce le aspettative nonostante la sconfitta per 2-1, di rimonta, contro l’Entella. È bravissimo l’estremo difensore a ipnotizzare su rigore Caputo, e nulla può in occasione dei due gol dei liguri. Anzi, se il passivo resta di due reti, gran parte del merito va a lui, autore di una parata nel secondo tempo davvero eccellente di nuovo su Caputo, di testa. Per gli altri giocatori, invece, si parte dalla panchina, e non a tutti viene concessa la chance di giocare. Mentre Aramu non viene convocato per infortunio, resta ancora a secco Chiosa, che è tornato ad Avellino con ben altre aspettative di impiego, così come non ha trovato spazio Barreca nel Cagliari, che ha pareggiato 1-1 con la Ternana. In campo, dal 1′ della ripresa, va invece Parigini, che Bisoli inserisce al posto del terzino Mancini per cercare di recuperare lo svantaggio in casa del Pescara. La partita finirà 2-1 per gli abruzzesi, ma l’attaccante non gioca una brutta gara, provando a dare un po’ di brio alla spenta manovra umbra. Ha l’occasione, anzi, per sengare il gol del pari, mentre non perde il brutto vizio di farsi ammonire ingenuamente, verso la fine della partita. Gioca anche il suo secondo spezzone di gara con il Brescia Simone Rosso, che entra al 18′ della ripresa al posto di Embalo. I lombardi pareggeranno 2-2 contro la Salernitana (si segnala, inoltre, un vero e proprio eurogol dell’ex Toro Gabionetta), e l’attaccante, dopo pochi minuti in campo, prova un interessante tiro a giro che esce, però, alle spalle di Strakosha. Una partita che dimostra ancora la natura acerba del giocatore, che necessita di tempo per potersi ambientare in un campionato comunque difficile come quello di Serie B.

 

Alfred GOMIS, Cesena


Minuti giocati: 90 (tot. 90). Presenze complessive: 1, gol subiti: 2

 

Antonio BARRECA, Cagliari
Minuti giocati: – (tot. 41). Presenze complessive: 2, gol 0

 

Marco CHIOSA, Avellino
Minuti giocati: 0 (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol 0

 

Mattia ARAMU, Livorno
Minuti giocati: – (tot. 90). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Vittorio PARIGINI, Perugia
Minuti giocati: 45 (tot. 72). Presenze complessive: 2, gol 0

 

Simone ROSSO, Brescia

Minuti giocati: 27 (tot. 59). Presenze complessive: 2, gol 0

 

Lega Pro

 

La nota di merito va sicuramente a Claudio Morra, che riesce a far trionfare la Fidelis Andria contro il Matera per ben 3-0, realizzando una splendida e fulminante doppietta. Accade tutto in 4′, al 24′ e al 28′ del primo tempo, quando l’attaccante batte prima Russo con un bel tiro a giro di sinistro e concretizza, dopo, un contropiede portato avanti alla perfezione dai compagni. In campo anche Fissore che gioca per tutta la gara (a differenza di Morra, che esce stremato a poco più di 10′ dal termine) bene, se si esclude il 25′ della ripresa quando si lascia sfuggire colpevolmente Letizia e rischia di far subire gol ai suoi. Gioca titolare anche Parodi con l’Ancona (la prima partita era stata rinviata), che riesce a vincere 1-0 in casa del Prato: l’ex centrocampista ricomincia da dove aveva concluso, cioè dalla posizione di terzino destro che, ormai, ricopre con grande sicurezza. Partita diligente per l’ex prodotto del vivaio granata, così come quella di Suciu nel Lecce di Asta, che vince a Castellamare di Stabia per 1-0. Il centrocampista gioca al centro della mediana a quattro: prova di sostanza ma senza particolari squilli, mentre resta ancora a casa Diop, nuovamente non convocato in quanto in ritardo di condizione. Non convocato nemmeno Proia per infortunio, dal quale è invece guarito Bonifazi, che resta però in panchina per tutta la gara in casa della Lupa Castelli di Amelia (il Benevento pareggia). Panchina, l’ennesima, anche per Graziano con il Renate, così come per Thiao tra le file del Cuneo, che perde contro l’Alessandria. Si passa poi alle note dolenti: inconsistente è la gara di Gyasi (che subentra nel secondo tempo) con la Carrarese, che pareggia contro il Santarcangelo; ma peggiore ancora è la prova di Lescano, che parte titolare nel Melfi ma che viene sostituito al 75′ dopo una prova davvero incolore e a tratti irritante. Il Melfi, per la cronaca, perderà 1-0 in casa della Casertana.

 

Kevin BONIFAZI, Benevento

Minuti giocati: 0 (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol 0

 

Matteo FISSORE, Fidelis Andria

Minuti giocati: 90 (tot. 270). Presenze complessive: 3, gol 0

 

Giovanni GRAZIANO, Renate

Minuti giocati: 0 (tot. 0). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Sergiu SUCIU, Lecce

Minuti giocati: 90 (tot. 157). Presenze complessive: 3, gol 0

 

Luca PARODI, Ancona
Minuti giocati: 90 (tot. 90). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Federico PROIA, Pistoiese

Minuti giocati: – (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol 0

 

Ousseynou THIAO, Cuneo

Minuti giocati: 0 (tot. 17). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Abou DIOP, Lecce

Minuti giocati: – (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol 0

 

Emmanuel GYASI, Carrarese

Minuti giocati: 37 (tot. 108). Presenze complessive: 2, gol 0

 

Facundo LESCANO, Melfi

Minuti giocati: 75 (tot. 161). Presenze complessive: 2, gol 0

 

Claudio MORRA, Fidelis Andria

Minuti giocati: 77 (tot. 220). Presenze complessive: 3, gol 2

 

Estero

 

Juan SANCHEZ MINO, Estudiantes 


Minuti giocati: 12 (tot. 1.671). Presenze complessive: 25, gol 1

Nel derby di La Plata contro il Gimnasia, il giocatore, che Milito sta impiegando ormai stabilmente come terzino sinistro, si accomoda in panchina. Il giocatore entra in campo per sostituire, a circa 10′ dal termine, Romero, centrocampista, che era ammonito. Resta in quella zona del campo, e aiuta a mantenere sull’1-1 il risultato. Ha però troppo poco tempo a disposizione per mettersi in mostra.

 

NB. Per “presenze complessive” si intendono tutte le partite disputate dal giocatore nella squadra in prestito, siano esse di campionato o Coppa. Si tengono in considerazione solo i minuti di gioco nei tempi regolamentari (esclusi i supplementari e i rigori).

Condividi