I Top&Flop di Torino-Sampdoria

0
91

Un bel Toro, forse il migliore di questa stagione, ha ieri battuto per 2-0 la Sampdoria grazie ad una doppietta di Quagliarella. La vittoria ha consetito alla squadra granata di essere da sola al secondo posto in classifica, a due lunghezze dalla capolista Inter. Ecco quali sono stati i top e i flop della partita di ieri dell’Olimpico:

 

TOP

 

IL PRIMO TEMPO DEL TORO: nelle prime tre giornate di campionato il Torino aveva sempre palesato qualche problema con l’approccio alle partite. Contro la Sampdoria la squadra granata è invece stata protagonista di un primo tempo da applausi: fin dalle prime battute Glik e compagni hanno iniziato a macinare gioco e occasioni. Non è un caso che il primo pericolo per la porta di Viviano sia arrivato dopo appena quarantacinque secondi di gioco. Non è nemmeno un caso che entrambi i gol di Quagliarella siano arrivati prima dell’intervallo.

 

LA PRESTAZIONE DI PERES: tutto e di più. Così si può riassumere la prestazione del brasiliano contro la Sampdoria. Fin dalle prime battute Peres è stato una costante spina nel fianco per la retroguardia blucerchiata: i suoi dribbling e le sue accelerazioni hanno fatto impazzire gli avversari. Innumerevoli inoltre i cross dal fondo che ha scodellato nell’area avversaria e, proprio da uno di questi, è arrivato il gol del momentaneo 1-0. Il brasiliano non si è fatto però notare solo in fase offensiva, pochi minuti prima dell’intervallo un suo intervento in scivolata su una conclusione di Eder ha salvato la porta del Torino.

 

L’IMPATTO SULLA PARTITA DI ZAPPACOSTA: prendere il posto di un Peres strabiliante, come quello che si è visto ieri pomeriggio, non era certo facile. Eppure Zappacosta, nei circa quindici minuti che ha avuto a disposizione è riuscito a mettersi in mostra. Ai suoi nuovi tifosi si è presentato con una grande azione personale in cui ha dribblato due avversari prima di cedere un pallone interessante in profondità a Maxi Lopez.

 

VENTURA CHE SPIEGA LA SOSTITUZIONE A PERES: quando Peres ha visto il proprio numero di maglia sul tabellone luminoso, al momento dell’ingresso in campo di Zappacosta, non si può di certo dire che fosse felice, nonostante l’ottima partita disputata. Il brasiliano ha abbandonato il terreno di gioco con il volto buio, pronto a prendere immediatamente la via degli spogliatoi. Ventura se ne è accorto, lo ha chiamato a se e, abbracciandolo, gli ha spiegato il perché della sostituzione, facendo tornare il sorriso sul volto di Peres che, anziché riprendere la via degli spogliatoi, è andato a sedersi in panchina vicino ai suoi compagni.

 

 

FLOP

 

L’APPROCCIO ALLA PARTITA DELLA SAMPDORIA: per tutto il primo tempo il Torino è stato padrone del campo. Oltre che i propri meriti, a favorire questa situazione c’è stato anche l’atteggiamento troppo rinunciatario della Sampdoria nel primo tempo. La squadra di Zenga ha concesso troppo spazio ai granata, permettendogli di fare il buono ed il cattivo tempo. L’idea del tecnico blucerchiato di aspettare gli avversari per poi provare a colpirli in contropiede con la velocità del duo Eder-Muriel non ha funzionato.

 

Clicca qui per vedere gli highlights della partita!

 



Condividi