Toro, quante polemiche con l’arbitro Celi

0
128

Un anno e mezzo fa, quando il 4 maggio il Torino (tra le polemiche per la decisione della Lega di non rinviare la partita ad un’altra data) affrontò il Chievo alla terzultima giornata di campionato a dirigere l’incontro c’era proprio Domenico Celi. Quella domenica Glik e compagno vinsero per 1-0, grazie ad un autogol di Sardo, prima di raggiungere Superga per omaggiare il Grande Torino. Nonostante il successo non mancarono però le polemiche arbitrali: nel primo tempo Celi annullò un gol regolare a Immobile, poi non concesse un rigore ai granata per un netto fallo di mano di Dainelli con cui respinse un cross di Cerci.

 

Le polemiche hanno accompagnato anche il precedente arbitraggio di Celi in un partita del Toro. In Torino-Cagliari 0-1 del campionato 2012/2013, i sardi vinsero grazie ad un rigore di Nenè concesso per un fallo di mano di Glik. Quella di concedere il penalty fu una decisione dubbia considerando la vicinanza del difensore polacco con l’avversario al momento dell’impatto tra il braccio e il pallone. In quella stessa partita venne anche annullato un gol a Bianchi per fuorigioco. Gli altri precedenti di Celi con il Torino sono invece da cercare nelle prime stagioni in serie A del Torino di Cairo: Roma-Toro 4-1 e Lazio-Toro 2-2 del campionato 2007/2008. L’esordio in serie A di Celi ha invece coinciso con la partita del centenario del Torino, il 3 dicembre 2006: Toro-Empoli 1-0, gol di Comotto in pieno recupero. A lamentarsi quella volta furono i toscani per un gol fantasma non concesso dal terzetto arbitrale.

Il bilancio di Celi con il Torino è di due vittorie granata, un pareggio e due sconfitte.

Condividi