Le pagelle di Chievo Verona-Torino

0
92

nostro inviato a Verona

 

PADELLI 6: nel primo tempo il brivido più grande glielo procura Bovo con un retropassaggio. Nella ripresa, invece, si deve impegnare, dopo pochi minuti, nel respingere una conclusione dal limite di Paloschi. Incolpevole nell’occasione del gol di Castro.

 

PERES 6: nei primi minuti di gioco si rivede il Peres devastante della partita contro la Sampdoria. I suoi dribbling e le sue accelerazioni mettono in difficoltà la difesa clivense per diversi minuti ma, con il passare del tempo, i padroni di casa riescono sempre più a prendergli le misure. Ogni volta che entra in possesso del pallone dà l’impressione di poter far male agli avversari. Esce per infortunio (st 35′ ZAPPACOSTA sv).

 

BOVO 5: quando viene puntato in velocità dagli avversari spesso si trova in difficoltà. Solitamente preciso quando è chiamato all’impostazione, contro il Chievo neanche il suo destro è in serata positiva. È così che molti suoi passaggi sono sbagliati.

 

GLIK 6.5: lascia pochi spazi agli attaccanti avversari, utilizzando quando serve anche il fisico per favore i giocatori gialloblù. Una delle pochissime parate di Bizzarri è in seguito ad un suo colpo di testa da azione d’angolo.

 

MORETTI 5.5: in occasione del gol di Castro non riesce ad evitare che il numero 19 gialloblù vada alla conclusione. Non si possono comunque di certo addossare al difensore granata le colpe per la rete. Rispetto al solito, però, fatica più del previsto contro gli attaccanti avversari.

 

MOLINARO 6: non riesce a spingere con la continuità avuta nelle ultime due partite. In fase offensiva lo si vede poco, anche se quando lo fa è pericoloso: suo il tiro-cross ad inizio secondo tempo su cui Quagliarella non arriva per un soffio che termina di poco sul fondo.

 

ACQUAH 6: come contro la Sampdoria, anche contro il Chievo dimostra che una delle sue principali qualità è la grinta. Lotta su ogni pallone, riuscendo spesso ad avere la maglio sugli avversari nei contrasti. Non sempre però è preciso come dovrebbe quando è chiamato a smistare il pallone.

 

VIVES 6.5: è sempre nel posto giusto al momento giusto, in particolare quando è il Chievo ad attaccare. Proprio per questo riesce spesso a fermare le azioni avversarie, intercettando un gran numero di palloni. Sono tanti anche quelli che riesce a strappare dai piedi dei giocatori avversari.

 

BASELLI 5: in campo lo si vede solamente in qualche rara circostanza. Questa sera non è il giocatore che i tifosi granata si sono abituati a vedere nelle prime uscite stagionali, quello capace di cambiare il volto delle partite con le sue giocate. (st 35′ BENASSI sv)

 

MARTINEZ 5: dopo le panchine nelle ultime due partite si dimostra volenteroso di mettersi in luce ma troppo spesso si pesta i piedi con Quagliarella, facendo gli stessi movimenti del compagno di reparto. Nell’area avversaria non lo si vede praticamente mai. (st 24′ BELOTTI 5.5: non riesce ad incidere sulla partita)

 

QUAGLIARELLA 5.5: palloni giocabili nell’area avversaria non ne riceve neanche uno. Contro il Chievo non sembra però essere neanche lui in serata positiva. L’intesa con Martinez, questa sera, non è delle migliori. Lo dimostra il fatto che i due, in più di un’occasione, vadano a caccia degli stessi palloni.

 

All. VENTURA 5.5: conferma quasi in toto la squadra che domenica aveva ben figurato contro la Sampdoria. Questa sera però il gruppo non gli dà le stesse risposte avute contro i blucerchiati. Nella ripresa potrebbe cambiare qualcosa nel suo scacchiere, ma lo fa solamente alla fine, quando ormai è troppo tardi.

 

Arb. CELI 5.5: errori clamorosi non li commette, ma la sua prestazione è da rivedere. A volte fischia falli inesistenti, altre è troppo fiscale.

 

Clicca qui per vedere gli highlights della partita:



Condividi