Nazionale, Quagliarella a caccia di una chance in Azzurro

0
38

Mancano poche ore alla partita dell’Italia contro l’Azerbaigian, valida per le qualificazioni a Euro2016. Una partita che potrebbe regalare agli Azzurri di Conte la qualificazione con una giornata di anticipo. L’Italia è infatti prima nel Gruppo H e una vittoria questa sera gli assicurerebbe il matematico passaggio agli Europei di Francia del prossimo anno. Impegno importante, dunque, che vede coinvolti anche due granata.

 

Per Padelli, quella di Conte è la terza chiamata in Nazionale. Occasioni che, tuttavia, non hanno mai visto il portiere granata schierato in campo. Un eventuale scampolo di partita sarebbe quindi per lui l’esordio ufficiale con la maglia Azzurra. Un bella gratificazione per un portiere che, grazie al lavoro fatto con Ventura e con il Toro, è migliorato notevolmente nelle ultime 3 stagioni arrivando a conquistarsi un posto in Nazionale.

 

Discorso completamente diverso quello di Fabio Quagliarella. Il suo ritorno al Toro, oltre che dargli la possibilità di tornare a giocare con continuità ad alti livelli gli ha ridato anche un posto in Nazionale. Una convocazione che arriva ad un anno dall’ultima maglia Azzurra vestita dall’attaccante. In quell’occasione, dopo ben 4 anni di assenza, il ct Antonio Conte lo chiamò per l’amichevole contro l’Olanda, in sostituzione di Osvaldo e, successivamente, per l’incontro contro la Norvegia valido per le qualificazioni a Euro2016. Due occasioni in cui, tuttavia, Quagliarella non scese in campo. Una bella rivincita, dunque, che il granata si prende nei confronti di quanti lo davano come un giocatore finito. Conte lo conosce bene, lo ha allenato nel periodo passato alla Juventus e di certo per Quagliarella le possibilità di scendere in campo  non sono così remote. Una possibilità importante, per la quale Quagliarella non si dimentica di ringraziare il Toro e Ventura per avergli dato fiducia e avergli permesso di tornare nel giro della Nazionale.

Adesso tocca a lui dimostrare sul campo, magari proprio a partire da questa sera, di essere ancora uno degli attaccanti più importanti del nostro campionato, e staccare così il biglietto per Euro2016. 

Condividi