Toro, enigma centrocampo: corsa contro il tempo per Benassi e Baselli

0
100

Quella di Benassi è solo l’ultima tegola che cade sulla testa del Toro e di Giampiero Ventura. Ancora un infortunio muscolare, stavolta al capitano dell’Under 21, tornato anzitempo dal ritiro della nazionale giovanile di Di Biagio. Mentre lo staff granata valuterà l’entità dell’infortunio, il tecnico del Toro sarà chiamato a studiare una soluzione alternativa in vista del match di sabato sera contro il Milan. Sì, perché Benassi nelle idee di Ventura avrebbe quasi certamente trovato posto come interno destro di centrocampo, preferito ad un Acquah che rientrerà in Italia solo nella giornata di giovedì. I n attesa di capire se l’affaticamento si rivelerà meno grave del previsto è possibile affidarsi solo ad ipotesi nel tentativo di capire quale centrocampo Ventura proporrà per contrastare quello di Mihajlovic.

 

Ieri in Sisport Baselli e Maxi Lopez hanno accelerato, nel tentativo di tornare in gruppo il prima possibile. Ed è quella dell’ex atalantino la situazione più delicata. Ad oggi sono i soli Gazzi, Vives e Prcic ad essere fuori dall’infermeria, in attesa del rientro di Acquah impegnato col Ghana. Quattro giocatori per due posti, con Vives che ancora una volta potrebbe agire da interno sinistro. A meno che Baselli non bruci le tappe rientrando proprio contro la squadra che sembrava più vicina al suo cartellino, prima che il Torino piombasse su di lui.

 

Poche certezze e tanti dubbi a quattro giorni dalla sfida che vedrà un Olimpico praticamente sold out: dai rientri in extremis dipenderà lo schieramento dei granata in una zona nevralgica, il cui funzionamento quasi perfetto ha permesso in questo avvio di stagione di portare a casa punti preziosi.   

Condividi