Cairo: “Porte aperte al Fila? Faremo il possibile”

0
93

Ivana Crocifisso / Andrea Piva

 

A margine della presentazione del Filadelfia, il presidente del Toro Urbano Cairo commenta la mattinata e rinnova l’intenzione di voler chiedere alla Lega Calcio lo scudetto del 1927, revocato. “Stiamo studiando qualcosa” conferma il presidente, “non sarà facilema ci proveremo. È una cosa che dobbiamo fare: è uno scudetto vinto e meritatamente, è un peccato che non sia assegnato a noi. Abbiamo vinto 8 scudetti, anche quello è nostro“.

 

Quella di oggi è stata una giornata incredibile. Mi ricorda le mie prime battute del 2005, quando dal balcone del Comune la gente chiedeva che prendessi il Toro. Mi ha fatto tornare indietro di dieci anni, mi è piaciuto davvero molto“.

 

È veramente la volta buona per il Fila? “Sì, non è soltanto una promessa. Ci sono le risorse, ci sono quegli 8 milioni che serviranno per rifare il Fila, e ne raccoglieremo altri per ampliarlo e arricchirlo. Qui si dovrà allenare la prima squadra, comprese le palestre, qui giocheranno le squadre del settore giovanile. Le porte chiuse ai tifosi? Sono d’accordo con Pulici, cercheremo di tenerle aperte il più possibile. Le tattiche a volte impediscono di poter far vedere gli allenamenti, ma capisco che sia una cosa che dispiace molto“.

 

VIDEO / Le parole di Cairo alla cerimonia del Filadelfia

 

VIDEO / Cairo suona la trombetta di Bolmida

Condividi