Torino-Milan 1-1 / Baselli risponde a Bacca: l’Olimpico resta imbattuto

0
85

Secondo tempo – Il secondo tempo di Torino-Milan si apre con una novità nella formazione granata: Gazzi, che aveva terminato la prima frazione dolorante alla caviglia, non riesce a proseguire la propria partita e al suo posto Ventura inserisce Vives. Non cambia invece nulla, nell’intervallo, Mihajlovic. Lo fa però all’11’, quando inserisce Bacca al posto di Luiz Adriano. La sostituzione si rivela indovinata perché, al primo pallone toccato, l’attaccante colombiano segna. È il 18′: Bertolacci sulla sinistra guadagna il fondo, vede Bacca tutto solo al centro dell’area, lo serve e il neo entrato non sbaglia. Alla mossa indovinata da Mihajlovic. Il Toro sbanda per qualche secondo e il Milan, al 19′ sfiora il 2-0 con Bacca che si ritrova a tu per tu con Padelli. Il portiere granata è bravo a chiudergli lo specchio della porta poi, sulla successiva conclusione del colombiano, Glik, appostato davanti alla linea di porta, spazza.Ventura risponde inserendo Belotti al posto di Zappacosta e passando al 4-3-3. Pochi secondi dopo l’ingresso in campo, l’ex Palermo, di petto, appoggia il pallone per Baselli che si inserisce in area e con il sinistro batte sul proprio palo Diego Lopez. Al 28′ il risultato torna quindi in parità: 1-1. Raggiunto il pareggio Ventura torna al 5-3-2 iniziale insernedo Benassi al posto di Quagliarella. Il numero 15 si posiziona sulla posizione di esterno destro, precedentemente occupata da Zappacosta. La partita si accende, con le due squadre che cercano il gol del 2-1. Ad andarci vicinissimo è il Toro al 37′: Maxi Lopez si trova a tu per tu con Diego Lopez ma spara il pallone addosso al portiere. A pochi minuti dal 90′ Mihajlovic decide di togliere dal campo Cerci, che raggiunge la panchina tra i fischi dell’Olimpico. Nel recupero invece i fischi sono tutti per l’arbitro che non vede un netto fallo di Abate su Belotti lanciato a rete. Per le proteste viene allontanato dalla panchina granata Sasà Sullo, il vice di Ventura. Torino-Milan finisce quindi 1-1, stesso risultato dell’anno scorso. All’Olimpico il Toro rimane imbattuto. 

 

Primo tempo – Gazzi e non Vives: per il resto la formazione granata è quella ampiamente annunciata, con Maxi Lopez preferito a Belotti al fianco di Quagliarella e un centrocampo che vede il ritorno di Baselli dopo l’infortunio. Ma è anche la prima di Cerci contro il Toro, dopo l’addio dell’estate 2014: riflettori puntati sul numero undici rossonero per il quale questa gara non sarà certamente come le altre. Si vede subito dalle prime battute che sarà una partita agonisticamente intensa. Nel primo quarto d’ora nessuna occasione da rete ma Toro con un piglio decisamente diverso rispetto a quello visto con il Carpi, prima della pausa. Il primo squillo è di Montolivo, al 17′: il tiro, senza troppe pretese, si spegne fuori non creando pericoli a Padelli. Alessio Cerci gioca una partita dentro la partita: qualche fischio quando il giocatore tocca il pallone, fischi che aumentano di intensità dopo il fallo che il numero undici subisce da Baselli. Giallo al granata e pubblico che non ci sta: e così Cerci diventa il bersaglio non più di uno sparuto gruppo in curva ma anche degli altri settori dello stadio.  Il Toro dà l’impressione di poter far male al Milan ma è la squadra di Mihajlovic a fare paura ai granata al 24′, quando ancora Montolivo impegna Padelli che respingein tuffo: il pallone viene allontanato da Gazzi. Ancora brividi per Padelli e compagni alla mezz’ora, quando una punizione dal vertice sinistro dell’area dà l’illusione del gol. 
Il Milan guadagna campo e il Toro si lascia schiacciare, proponendosi poco e rischiando ancora su calcio da fermo. Non è certamente un primo tempo emozionante e si va negli spogliatoi sullo 0-0. 

 

 

 

Clicca qui per vedere gli highlights della partita:

 



 

 

Condividi