L’Olimpico carica la Primavera, e la prevendita continua

0
99

È la vigilia del gran giorno. La partita di domani non sarà soltanto un’importante sfida internazioanle, da dentro o fuori, per il Torino di Moreno Longo, che sul terreno dell’Olimpico affronterà alle 18.30 il Senica, dopo l’andata giocata due settimane fa. Quella di domani sarà anche la grande festa di tutto il settore giovanile, risorto dopo anni di duro lavoro e tornato finalmente a vincere in tutte le competizioni, permettendo di ritrovare un’entusiasmo che, in passato, sembra essersi un po’ perso.

 

Tanto pubblico è previsto per sostenere Mantovani e compagni. Diverse migliaia di tifosi. Merito dei prezzi popolari (2€ ad esempio il costo del biglietto per le curve, senza prelazione, e partita gratis per tutti i sostenitori al di sotto dei 16 anni) e merito della campagna mediatica che ha portato i membri della prima squadra, il presidente del Torino Cairo e, video che comparirà domani, Giampiero Ventura ad augurare un grosso in bocca al lupo ai ragazzi di Longo, per quella che sarà comunque una partita storica. Messaggi che dimostrano la grande vicinanza tra prima squadra e Primavera, confermata dal fatto che, proprio domani, sugli spalti ci saranno anche alcuni giocatori granata.

 

Un bel gesto e un bel modo per portare tanti tifosi allo stadio, per riscoprire il gusto di quel calcio genuino, acerbo ma già molto competitivo, come quello della Primavera. La prevendita sta andando a gonfie vele, ma tanti altri tagliandi potranno essere staccati, direttamente domani, davanti alla biglietteria dello stadio. Con un accorgimento particolare: come le partite di Serie A e Europa League, la procedura d’acquisto dei biglietti sarà nominativa. Tutte le casse saranno aperte, ma il rischio di code è elevato, con conseguente possibilità di perdere i primi minuti di gara, se si arriverà troppo a ridosso dell’inizio del match.

 

I tifosi ci saranno, i giocatori della prima squadra pure. La carica per i ragazzi di Longo sarà altissima, per spingerli a passare il turno e a conquistare un altro splendido traguardo e diventare, con la maglia granata cucita sulla pelle, i campioni del futuro.

 

Condividi