Le pagelle di Lazio-Torino

0
61

PADELLI 5.5: sui gol pesano soprattutto gli errori dei compagni di reparto, anche se in occasione del primo va a terra inspiegabilmente presto. Non è un bel compleanno, il trentesimo dell’estremo difensore

 

PERES 6: per la prima dopo l’infortunio non ci si aspettavano certamente fuochi d’artificio, ma è sua una delle occasioni più nette della partita, quando nei primi 45′ costringe Marchetti a superarsi.

 

BOVO 5.5: per una difesa che traballa in più occasioni, il giocatore granata non commette errori decisivi, nonostante la serata della retroguardia di Ventura non sia delle migliori

 

GLIK 4.5: la dormita sull’1-0 della Lazio è solo la sintesi della partita del capitano, lontano dalle sue serate migliori. Quando il pallone arriva dalle sue parti non sembra avere la tranquillità nel gestire la situazione, dote che invece lo aveva reso uno dei migliori lo scorso anno. Se ne rende conto anche lui e va in bambola

 

MORETTI 5: soffre la velocità di Milinkovic-Savic, le cui giocate mettono in difficoltà il Toro in un paio di occasioni nel primo tempo. Nella ripresa toglie un pallone dalla testa di Lulic

 

MOLINARO 6: spinge quando serve e se la Lazio dalle sue parti spinge, meno, specialmente nel secondo tempo, è perché il numero tre è particolarmente attento a non far sfondare gli avversari.

 

ACQUAH 5: un pallone d’oro servito a Peres nell’occasione più netta del primo tempo e poco più. Se alla mancata precisione aveva spesso sopperito con la corsa, oggi mancano proprio le sue accelerazioni (st 15′ BENASSI 5.5: non fa peggio di Acquah, ma è ancora lontano dal centrocampista visto finora)

 

VIVES 6: per essere un giocatore alle prese con una lombalgia, e in campo quasi per miracolo, non se la cava affatto male. Un bel lancio per Quagliarella nei primi 45′, tanti palloni recuperati (st 27′ PRCIC SV: esordio per l’ex Rennes)

 

BASELLI 5.5: i numeri ci sono e si vedono, ma dopo un inizio promettente il giocatore sparisce dal campo e non riesce ad essere decisivo come spesso accaduto in questo inizio di campionato

 

QUAGLIARELLA 4.5: e dire che rispetto all’ultima partita di palloni giocabili stavolta ne arrivano molti sui suoi piedi. Il Quagliarella dell’avvio di campionato è in panne: e oggi sarebbe servito eccome.

 

BELOTTI 5.5: Ventura gli dà fiducia, dopo l’ottimo impatto avuto con il Milan appena entrato. Nonostante la corsa, la fatica, e tanta buona volontà, quello di oggi non è un passo in avanti nella prestazione: il gol non sarà sicuramente un’ossessione, come da lui stesso più volte dichiarato, ma quello si chiede ad una punta (st 15′ MAXI LOPEZ 6: è vero che non segna, esattamente come i due compagni di reparto, ma si muove meglio e mette più volte in difficoltà la retroguardia laziale)

 

All. VENTURA 5: la sua squadra è in emergenza ma certamente un solo punto in tre partite fa scattare un piccolo campanello d’allarme. Davanti rinuncia a Maxi Lopez dal primo minuto e questa scelta a posteriori si rivela discutibile. Il suo Toro non gira, quando prende gol va in apnea: tanto da rivedere nella settimana che porta al derby.

  

Arbitro MAZZOLENI 5.5: pur non influenzando il risultato, commette qualche errore qua e là che scontenta entrambe le squadre. Non fischia un rigore per il Toro per un fallo di Mauricio su Belotti a inizio ripresa.

 

 

 

Condividi