Rosso titolare nel Brescia. Gyasi, che palo con la Carrarese

0
63

Un week end da incorniciare soprattutto per i giocatori del Toro in prestito in Serie B. La notizia più bella arriva da Simone Rosso, che parte titolare nel Brescia, e da Mattia Aramu, ormai un punto fisso nel Livorno di Panucci. Male, invece, salvo qualche eccezione, gli elementi granata impegnati in Lega Pro, che pur avendo la possibilità di mettersi in mostra non riescono a emergere o a essere decisivi. Ecco il resoconto dei “Talenti granata in tour” dopo il fine settimana.

 

Serie A

 

Perde il Frosinone in casa dell’Udinese. Il portiere resta in panchina.

ADVERTISEMENT

 

Lys GOMIS, Frosinone


Minuti giocati: – (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol subiti: 0

 

Serie B

 

Continua il momento no per Antonio Barreca, che dopo la brutta prestazione della settimana prima non viene convocato per la sfida del Cagliari contro il Trapani. Qualche problema fisico per il terzino che ha avuto finora pochissima possibilità di mettersi in mostra. Ha invece definitivamente scalzato il suo rivale Agliardi Alfred Gomis, che ormai è un titolare inamovibile nel Cesena di Drago. I romagnoli pareggiano 1-1 in casa della Salernitana (gol di Bovo su cui non può nulla l’estremo difensore, dopo la ribattuta del palo) ma la prestazione non è comunque delle migliori. Arriva anche l’ammonizione verso la fine della partita, per perdita di tempo.

 

Possono sorridere Aramu e soprattutto Simone Rosso. Per il primo, altri 90′ in campo tra le file del Livorno di Panucci, che stima moltissimo il giocatore. Questa volta, però, il posizionamento non è a centrocampo, ma in attacco a comporre il tridente con gli altri ex granata Comi e Pasquato (sua la doppietta del 2-0 contro il Modena). Al 14′ è pericolosissimo un suo diagonale che Ceccherini manca di poco per la deviazione vincente, e ha una buona occasione anche al 35′ della ripresa, con un tiro in seguito a una mischia in area che si spegne però alto. Prova di sotanza e qualità. Felicità anche per Simone Rosso, che per la prima volta viene mandato in campo da titolare (al posto del solito Embalo, con il quale si avvicenderà dopo circa un’ora di gioco): un premio dopo lo splendido assist della scorsa settimana. Il Brescia si impone 2-1 sul Lanciano (due rigori di Geljo) e l’attaccante viene posizionato sull’out mancino del tridente alle spalle della punta autore dei gol vittoria. Ottimo uno spunto al 7′ del primo tempo, ma il cross viene ribattuto da Amenta, che spazza. Panchina per tutta la gara per Parigini (vince il Perugia 1-0 in casa della Ternana), mentre entra a inizio secondo tempo Chiosa in Spezia-Avellino. Il cambio è tattico: il centrale subentra a Insigne e gli irpini passano alla retroguardia a cinque. Tuttavia, il giocatore non disputa una buona gara: dopo 20′ viene ammonito per perdita di tempo e al 28′ un suo erroraccio di testa per poco non costa il gol del pareggio che Rossi però incredibilmente si mangia. Non è esente da colpe, come tutta la retroguardia, in occasione della rete di Nené che effettivamente porta il risultato sull’1-1 qualche minuto dopo.

 

ADVERTISEMENT

Alfred GOMIS, Cesena


Minuti giocati: 90 (tot. 630). Presenze complessive: 8, gol subiti: 8

 

Antonio BARRECA, Cagliari 
Minuti giocati: – (tot. 97). Presenze complessive: 3, gol 0

 

Marco CHIOSA, Avellino 
Minuti giocati: 45 (tot. 205). Presenze complessive: 3, gol 0

 

Mattia ARAMU, Livorno 
Minuti giocati: 90 (tot. 522). Presenze complessive: 8, gol 1

 

Vittorio PARIGINI, Perugia 
Minuti giocati: 0 (tot. 320). Presenze complessive: 6, gol 0

 

Simone ROSSO, Brescia

Minuti giocati: 56 (tot. 214). Presenze complessive: 8, gol 0

 

Lega Pro

 

Il nostro excursus tra i giocatori di Lega Pro comincia dagli esclusi: per la prima volta Proia viene convocato tra le file della Pistoiese, ma resta in panchina, così come – ormai è una trise abitudine – rimangono a guardare i compagni Bonifazi nel Benevento e Thiao nel Cuneo. L’arrivo di Braglia conferma che a Lecce non c’è spazio per Suciu (seconda panchina consecutiva) e Diop, che gioca un solo minuto nella sfida però vinta dai giallorossi in casa del Melfi di Lescano. L’attaccante argentino torna invece titolare, nel tridente con Herrera e Canotto, ma combina davvero molto poco, restando ancora a digiuno dal gol. A secco anche Morra in Foggia-Fidelis Andria (beffa per gli ospiti: vincono i padroni di casa 1-0 con gol al 48′ della ripresa), la cui partita dura 70′ senza però particolari soddisfazioni, mentre è titolare fisso e inamovibile Fissore che ha delle colpe, con i compagni di retroguardia, in occasione della rete di Iemmello.

 

Chi si è conquistato il posto è nel Renate Giovanni Graziano. Il centrocampista viene schierato come mezzala destra nel 5-3-2 preparato da Boldini per affrontare l’Alessandria. Ma i grigi sono compagine troppo forte e trionfano, in casa, per 4-1. La prova è anonima: lo si nota, anzi, per una sciocca ammonizione all’82’, a pochi minuti dalla sua sostituzione (al suo posto Romanò). Ma non è da queste partite che si può giudicare l’andamento del giocatore all’interno della squadra. Chi non delude mai è invece Parodi: il terzino destro parte dall’inizio e gioca per tutta la partita, l’Ancona vince per 2-0 sul Savona e il giocatore (tra l’altro savonese) disputa la solita gara molto ordinata e attenta soprattutto in difesa. Sfortunato è infine Gyasi nella sua Carrarese. L’attaccante disputa una buona gara, partendo titolare e giocando per poco più di un’ora in coppia con Infantino (autore del momentaneo gol del pareggio in casa dell’Aquila, che vincerà per 2-1). A inizio ripresa ha l’occasionissima per segnare la sua terza rete stagionale, ma il tiro, potente e preciso, impatta invece sul palo.

 

Kevin BONIFAZI, Benevento

Minuti giocati: 0 (tot. 15). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Matteo FISSORE, Fidelis Andria

Minuti giocati: 90 (tot. 693). Presenze complessive: 8, gol 1

 

Giovanni GRAZIANO, Renate

Minuti giocati: 87 (tot. 470). Presenze complessive: 7, gol 0

 

Sergiu SUCIU, Lecce

Minuti giocati: 0 (tot. 420). Presenze complessive: 6, gol 0

 

Luca PARODI, Ancona 
Minuti giocati: 90 (tot. 585). Presenze complessive: 7, gol 0

 

Federico PROIA, Pistoiese

Minuti giocati: 0 (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol 0

 

Ousseynou THIAO, Cuneo

Minuti giocati: 0 (tot. 17). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Abou DIOP, Lecce

Minuti giocati: 1 (tot. 254). Presenze complessive: 5, gol 0

 

Emmanuel GYASI, Carrarese

Minuti giocati: 64 (tot. 342). Presenze complessive: 6, gol 2

 

Facundo LESCANO, Melfi

Minuti giocati: 90 (tot. 375). Presenze complessive: 6, gol 0

 

Claudio MORRA, Fidelis Andria

Minuti giocati: 70 (tot. 432). Presenze complessive: 5, gol 2

 

 

Estero

 

In pausa il campionato argentino: si gioca la Coppa di Argentina e l’Estudiantes è uscito qualche settimana fa ai quarti, perdendo contro il Rosario Central (ora in finale con il Boca Juniors).

Juan SANCHEZ MINO, Estudiantes 


Minuti giocati: – (tot. 2.031). Presenze complessive: 29, gol 1

 

 

NB. Per “presenze complessive” si intendono tutte le partite disputate dal giocatore nella squadra in prestito, siano esse di campionato o Coppa. Si tengono in considerazione solo i minuti di gioco nei tempi regolamentari (esclusi i supplementari e i rigori).

Condividi