Le pagelle di Torino-Genoa

0
92

PADELLI 5: deve dividere con Molinaro le responsabilità del gol del Genoa. La sua uscita area a vuoto favorisce infatti Laxalt che, appostato alle sue spalle, può colpire di testa e indirizzare il pallone verso la porta sguarnita. Le successive uscite aeree sono sullo stesso tenore.

 

ZAPPACOSTA 6,5: controllo di petto e destro al volo che si infila nell’angolino basso. Dopo diverse prestazioni poco convincenti, Zappacosta questa sera si guadagna gli applausi dell’Olimpico con un gol favoloso. Per il resto gioca una buona prestazione sia in fase difensiva che in quella offensiva anche se sbaglia qualche cross di troppo (st 40′ PERES 6: suo il cross che porta al momentaneo 3-2)

 

BOVO 5: quando viene puntato da un avversario si fa sovente superare con troppo facilità. Commette anche qualche errore di troppo in fase di impostazione regalando più di un pallone al Genoa.

 

GLIK 5.5: in occasione del gol del momentaneo 2-2 il movimento della linea difensiva del Toro è tutt’altro che perfetto e il polacco finisce per perdere Pavoletti che può così presentarsi a tu per tu con Padelli. Fino a quel momento (e anche dopo) Glik era stato autore di una serie di ottimi interventi difensivi.

 

MORETTI 5.5: sulla sua testa, così come su quella dei suoi compagni di reparto, pesa l’errore che ha portato al gol del momentaneo 2-2. Anche in occasione del terzo gol rossoblù la linea difensiva è da rivedere

 

MOLINARO 5: quello che combina nel primo tempo, in occasione del gol del vantaggio del Genoa, è un pasticcio bello grosso. Si fa portare via il pallone al limite dell’area dando il via all’azione del momentaneo 0-1. Prova a farsi perdonare prima del 45′ con una bella azione personale conclusa con un tiro che sibila di poco lontano dall’incrocio dei pali. Poi, al 94′, invece di tenere palla decide di rilanciare in maniera sbilenca: il Genoa prende palla e nel giro di pochi secondi trova il 3-3.

 

ACQUAH 5.5: si presente alla partita con un improbabile tentativo di pallonetto dal limite dell’area a Perin che si spegne in curva. Tiene bene il campo ma non riesce a sfruttar al massimo le propria qualità (st 24′ BASELLI 6: pochi minuti dopo l’ingresso in campo sfora il gol con un colpo di testa che viene spazzato sulla linea di porta da Izzo. Poco dopo è invece Perin a negargli il gol).

 

VIVES 6: in mezzo al campo è instancabile. Rincorre gli avversari dal primo all’ultimo minuto recuperando un gran numero di palloni. Bravo anche in fase di impostazione: non spreca mai un pallone.

 

BENASSI 6: inizia la partita da mezzala sinistra, la conclude da mezzala destra. Sia da un lato che dall’altro del campo offre una prestazione convincente. Ogni volta che ne ha l’opportunità si inserisce con puntualità negli spazi lasciati dagli avversari. L’autogol di Tachtsidis arriva in seguito ad un suo colpo di testa sul quale Perin si oppone come può prima che la palla caramboli sul greco e poi in rete.

 

BELOTTI 6: per la grinta e l’impegno che mette in campo meriterebbe il gol. In area di rigore lo si vede però poco. Questa è la sua pecca più grande in della sua partita. Giornata dopo giornata mostra però incoraggianti segnali di crescita che vengono percepiti dai tifosi presenti, come dimostrano i tanti applausi che riceve al momento dell’uscita dal campo (st 31′ MARTINEZ 5,5: non lo si vede quasi mai)

 

MAXI LOPEZ 6.5: come Belotti, anche l’argentino non si risparmia di certo. Lo dimostra in occasione del gol che consente al Toro di rispondere all’iniziale svantaggio. Approfitta dell’errore di Izzo per involarsi verso la porta avversaria e con una precisa conclusione batte Perin.

 

All.VENTURA 6: sceglie di risparmiare alcuni dei big, come Quagliarella, Baselli e Peres, in vista del derby di sabato. La scelta sembra essere indovinata, considerato che chi gioca al loro posto è autore di una buona prestazione. Il suo Toro resta imbattuto all’Olimpico ma questa volta il rammarico per i punti persi al 95′ è tanto.

 

Arbitro CHIFFI 5,5: lascia perplessi la sua gestione dei cartellini ma non commette alcun errore particolarmente significativo.

 

Clicca qui per vedere gli highlights della partita:

 

 

 
 
 



 

Condividi