Tre gol incassati a testa, ma Perin supera Padelli

0
111

Il colpo di testa vincente di Laxalt al 95′ ha fatto sì che Torino e Genoa si dividessero la posta in palio. Non è terminato invece nello stesso modo il duello tra i due portieri che si contendono un posto nella lista dei ventitré che quest’estate faranno parte della spedizione Azzurra all’Europeo in Francia: Padelli da una parte, Perin dall’altra.

 

A vincere il duello è stato l’estremo difensore del Genoa, pur essendo la sua partita tutt’altro che perfetta. Il gol del momentaneo e illusorio 3-2 granata nasce da una un suo goffo tentativo di allontanare il pallone che finisce prima sullo stinco di Tachtsidis, poi in fondo alla rete. A fargli guadagnare punti ci sono però due parate fondamentali: la prima su Baselli presentatosi a tu per tu, la seconda sul colpo di testa di Benassi pochi secondi prima dell’autorete del centrocampista greco. Padelli invece ha gravi responsabilità sul primo gol incassato dal Torino con la sua uscita a vuota che ha permesso a Laxalt di colpire di testa a porta vuota. Per tutto il resto della partita il tenore delle sue uscite non è poi di certo migliorato: sono infatti da registrare solamente alcuni palloni smanacciati male e nessuna presa sicura.

 

Il duello tra i due portieri vede perciò vincere Perin che anche in ottica nazionale sembrerebbe avere, al momento, più possibilità di Padelli di essere convocato per Euro 2016.

Condividi