Dieci cose che cerco di fare per sopravvivere al derby

0
64

Il mattino dopo è peggio della sera. Sto male. Come si fa a superare l’amarezza del derby? Ho provato a dettarmi dieci regole. Ma chiedo aiuto ai fratelli granata, che forse hanno metodi più sicuri dei miei, per completare o migliorare la lista: 10 cose da fare per sopravvivere al derby.

 

1) Far montare la rabbia. Non averne paura. La rabbia è buona, la rabbia è positiva. La rabbia è quella che ci è mancata in queste ultime settimane perché ci sentivamo troppo bravi

 

2) Fare un incendio con titoli dei giornali che usano il facile gioco di parola: Juve al Cuadrado, La Juve ha Cuadrado i conti, la Juve fa Cuadrado. Se avesse continuato a giocare Khedira li volevo vedere i titolisti

 

3) Proporre la proibizione per legge del numero 94, anche nelle linee dei tram, anche all’ufficio del catasto. Chi mostra il numero 94 è passibile di ergastolo.

 

4) Arruolare la fanfara dei bersaglieri suonare la sveglia al prossimo allenamento, con particolare riferimento alla nostra difesa che una volta era impenetrabile e ora prende 8 gol in tre partite

 

5) Scrivere mille volte e leggere a voce alta: giocare da Toro è giocare per vincere, giocare da Toro è giocare per vincere, giocare da Toro è giocare per vincere (anche nei 5 minuti finali, non ci si accontenta di un pareggio, se no si perde)

 

6) Non guardare la classifica, soprattutto non pensare che qualche settimana fa stavamo per essere primi in classifica. Chiudere gli occhi per non vederla né sui giornali né sui siti.

 

7) Ricordarsi e ricordare che il Toro può essere un’ottima squadra o una squadra mediocre, anche all’interno della stessa partita. E il problema non è nei piedi o nella tecnica, ma nella testa

 

8) Ricordare che avere la testa significa essere consapevoli e umili nello stesso tempo, che forse è la cosa più difficile che ci sia

 

9) Ricordare che, comunque, la stagione è ancora tutta da giocare: se non perdiamo la calma e la fiducia possiamo ancora fare grandi cose, se le perdiamo possiamo anche fare dei disastri incalcolabili buttando via tutto quello di buono che è stato finora costruito

 

10) Andare allo stadio domenica prossima a gridare Forza Toro.

Condividi