Juventus-Torino, per Rocchi sbavature evitabili

0
70

Non era stata certamente accolta con entusiasmo dalla tifoseria granata la designazione del fiorentino Gianluca Rocchi per il derby della Mole considerati i tre precedenti non fortunati e con strascico polemico del passato. Nel match di ieri il fischietto toscano non si è macchiato, come in altre circostanze, di errori marchiani e sviste clamorose ma qualche sbavatura, di quelle non troppo e non sempre sottolineate, certamente evitabile c’è stata.

L’impressione iniziale è che il direttore di gara opti per un metro all’inglese non spezzettando troppo il gioco; la partita si scalda dopo il vantaggio bianconero, al 21’ doppio intervento di Acquah e Bovo per fermare la ripartenza di Pogba: il primo entra in scivolata in gioco pericoloso ma manca sia il pallone che il francese, il secondo invece lo falcia inequivocabilmente. Rocchi ferma il gioco ed ammonisce entrambi i granata facendo intendere che sul primo intervento aveva concesso il vantaggio. A parte la particolarità del caso, il cartellino ad Acquah non pareva così lampante anche alla luce di ciò che accadrà a fine tempo a situazione invertita. Al 27’ ammonizione inevitabile anche per Morata per un’entrata da dietro su Quagliarella a metà campo. Al 32’ rischia la sanzione Baselli per un fallo su Padoin ma dopo appena 5’ lo stesso granata viene ammonito per una trattenuta sullo sgusciante Cuadrado. Al 46’ clamorosamente ignorata un’entrataccia di Padoin su Glik vicino la bandierina del corner, l’intervento dello juventino era meritevole di cartellino giallo più di quanto non lo fosse quello di Acquah al 21’. Nel corso della ripresa Rocchi modifica un po’ il suo metro facendo correre di meno il gioco. Al 49’ su un cross in area bianconera sembra Pogba l’ultimo a toccare il pallone ma viene concessa rimessa dal fondo alla squadra di Allegri. Al 51’ giusta la punizione (dalla quale nascerà il pari di Bovo) accordata al limite dell’area per un fallo di Bonucci su Quagliarella. Al 75’ su colpo di testa di Glik, Buffon blocca il pallone proprio sulla linea di porta, questione di millimetri e sarebbe stato gol. Al 76’ giustamente ammonito Zappacosta autore di una trattenuta su Cuadrado. All’80’ cartellino giallo anche per Pogba per proteste dopo un fallo solare. Episodio curioso all’86’: nei pressi dell’area bianconera mentre B. Peres supera con un doppio passo un difensore avversario, Rocchi inciampa e termina rovinosamente sul prato dello Stadium tra l’ilarità generale. All’89’ ultimo cartellino giallo della partita: il direttore di gara non chiude un occhio e ammonisce B. Peres che calcia il pallone in tribuna a gioco fermo. Infine qualche dubbio sulla regolarità dell’azione che porta al gol partita al 93’ poiché Belotti sembra subire un fallo (in verità non clamoroso) non sanzionato pochi istanti prima ma Rocchi non interrompe e il Torino va al tappeto ancora una volta sul gong.

 

Dopo questa bruciante sconfitta resta ancora positivo il bilancio di Rocchi con i granata: 9 vittorie, 7 pareggi, 8 sconfitte ma il saldo dei derby è sempre più rosso, quattro sconfitte in altrettante direzioni.

Condividi