Toro, enigma difesa: Vives o Pryyma il dubbio di Ventura

0
47

“Glik celo, Moretti celo, Bovo, manca, Maksimovic manca, Silva celo, Pryyma celo, Jansson manca”. Il ritornello del “celo, manca” che generazioni di bambini hanno intonato di fronte ad un album di figurine, Ventura in questa settimana lo avrà ripetuto più di una volta pensando a chi far giocare in difesa contro l’Inter, considerate le tante assenze. Oltre ai sette difensori centrali in rosa, il tecnico ha inserito nella sua lista del “celo, manca” anche Vives e Gazzi. Il recupero del numero 14 a centrocampo permetterà infatti a Ventura di avere un’alternativa in più per il pacchetto difensivo: Giuseppe Vives.

 

Proprio come nel 3-3 di due stagioni fa, il numero 20, contro l’Inter, potrebbe abbandonare la sua consueta posizione di mediano per giocare nella posizione di centrale di difesa; Glik si sposterebbe di conseguenza sul centrodestra e Moretti sarebbe confermato sul centrosinistra. Una soluzione d’emergenza in un partita delicata dopo che nelle ultime due giornata il Torino si è fatto sfuggire tre punti dalle proprie mani. Nel ruolo di centrale di destra Ventura preferirebbe però utilizzare un giocatore, come Glik, abile nell’utilizzare il piede destro (un po’ come accadde nella gara del “Bentegodi” contro il Verona quando, senza i due centrali difensivi mancini disponibili il tecnico scelse di accentrare Molinaro, tenendo Jansson in panchina, piuttosto che schierare Bovo a sinistra). Per questo motivo è difficile pensare che sul centrodestra possa esserci uno tra Moretti e Silva. È così che la candidatura di Vives a centrale difensivo prende sempre più quota. L’alternativa al numero 20 è Vasyl Pryyma. Il difensore ucraino è destro di piede e potrebbe quindi essere utilizzato al posto di Bovo, ma a giocare a suo sfavore c’è il tempo: arrivato da qualche settimana a Torino, Pryyma deve ancora completare il proprio percorso di integrazione negli schemi granata.

 

C’è infine un’altra alternativa che Ventura potrebbe prendere in considerazione per risolvere i propri problemi difensivi nella partita contro l’Inter: il cambio di modulo e il passaggio alla difesa a quattro con Glik e Moretti centrali. Una soluzione che eviterebbe di schierare giocatori fuori posizione in difesa (vedi Vives) e di accelerare il processo di inserimento di altri (vedi Pryyma).

 

 

Condividi