Primavera, sabato si vive un altro sogno: la Supercoppa

0
44

Vivranno un’altra serata di grandi emozioni, i ragazzi di Moreno Longo. L’Olimpico, infatti, risponderà ancora una volta presente all’appuntamento con la finale di Supercoppa Primavera tra i granata e la Lazio, in programma per sabato alle ore 18: i tagliandi, così come già avvenuto in Youth League contro il Senica, hanno prezzi popolari e tanti tifosi vogliono assistere a questo nuovo appuntamento con la storia. Il trofeo, infatti, non è mai finito nella bacheca del club di via Arcivescovado, anche perché questa nuova competizione è nata soltanto nel 2004. Sabato, la Primavera granata avrà una grande occasione, e tutti vogliono rivivere una serata come quella di Chiavari.

 

Già, perché proprio in Liguria i ragazzi di Moreno Longo firmarono l’impresa di vincere lo Scudetto, proprio contro la Lazio, al termine della lotteria dei calci di rigore. Diversi giocatori, da una parte e dall’altra, non ci sono più, ma il tecnico Longo ha saputo trovare nuove armi. A partire da Simone Edera, che sarà titolare sulla fascia destra, pronto a ripetersi sui livelli della sfida contro il Senica, in cui ha segnato una spettacolare doppietta che è valsa il passaggio del turno. Così come Zaccagno vuole ripetersi, proprio contro i biancocelesti: se a Chiavari il Toro ha potuto alzare la coppa dello Scudetto, gran parte del merito è del portiere granata, che in quella sfida parò anche l’impossibile. Certamente sarà una sfida molto combattuta, come tutte le finali, ma i granata hanno le armi giuste per poter bissare il successo di giugno.

 

Dopo aver vissuto un periodo d’oro, culminato con il passaggio in Youth League contro il Senica e con quattro vittorie consecutive in campionato, il rendimento della Primavera granata è calato in queste ultime due settimane. Dalla batosta subita in terra inglese, in cui il Middlesbrough ha ipotecato il passaggio del turno con un netto 3-0, al deludente pareggio in casa del Novara per 1-1, il Toro ha voglia di tornare a vincere e ad emozionare i propri tifosi. Sabato alle 18 il fischio d’inizio: per i granata, comincia un altro sogno. Al loro fianco, la spinta dell’Olimpico. 

 

 

Condividi