Primavera, testa al Middlesbrough: Zaccagno resta in dubbio

0
39

La partita sfortunata di Trapani  – un palo, una traversa e tante occasioni fallite, un paio clamorose – è già in archivio: da oggi la Primavera del Toro avrà la testa solo sul match di martedì contro il Middlesbrough. Con qualche grattacapo in più, a causa delle assenze: a quelle del terzino sinistro Procopio, ai box dalla vigilia della gara di Supercoppa per un problema muscolare, e a quelle ben più gravi di Martino e Debeljuh (crociato per entrambi e stagione finita), si potrebbero aggiungere quelle di Osei e Zaccagno.

Due giocatori che Moreno Longo spera però di recuperare: il primo, già non al meglio contro la Lazio, aveva stretto i denti per non costringere il tecnico a rivoluzionare la mediana (vista la squalifica del compagno di reparto Segre) ma ieri non ha fatto parte della spedizione di Trapani, restando a riposo. Il secondo, Zaccagno, per precauzione non è sceso in campo contro i siciliani: un affaticamento al tendine ha fatto scattare un piccolo campanello d’allarme e lo staff ha preferito non rischiarlo. Troppo importante che il giocatore possa recuperare per martedì 24 novembre, 1quando alle 20 all’Olimpico arriverà il Middlesbrough e ci sarà da ribaltare lo 0-3 dell’andata.

 

Una Primavera incerottata che ritroverà, questa l’unica nota lieta, il talento dell’esterno sinistro d’attacco Zenuni, assente sia in Supercoppa che ieri a Trapani per gli impegni con la selezione giovanile albanese. In quel ruolo Berardi ha sostituito alla grande il compagno, andando in gol proprio con la Lazio e dando il via alla rimonta che ha portato la squadra di Longo a sollevare al cielo il trofeo. 

Condividi