Parigini, classe e gol. Si rivede Fissore

0
72

Nel week end che ha visto il Toro tornare alla vittoria in campionato, vengono impiegati anche diversi giocatori granata prestati tra Serie B, Lega Pro e estero. In particolare, a emergere è soprattutto Vittorio Parigini, autore di una splendida rete con il Perugia. Ecco il report dei “Talenti granata in tour” dopo questo week-end.

 

Serie A

 

Sempre panchina per il portiere, vice di Leali, nella trasferta di Milano contro l’Inter.

 

Lys GOMIS, Frosinone


Minuti giocati: 0 (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol subiti: 0

 

 

Serie B

 

Se sarà impegnato quest’oggi il Cagliari di Barreca contro l’Ascoli, hanno avuto quasi tutti gli altri giocatori del Toro in Serie B l’occasione di mettersi in mostra. Quasi tutti, perché la traserta del Livorno in casa del Bari porta Panucci a mandare Mattia Aramu in panchina, dopo una serie di partite deludenti. L’attaccante non entrerà in campo. Ritornano invece in campo, e da avversari l’un l’altro, Vittorio Parigini e Simone Rosso in Perugia-Brescia 4-0. Va decisamente meglio al padrone di casa, che, rientrato dall’infortunio, parte titolare e viene schierato a sinistra nel tridente composto da Ardemagni e Fabinho. L’ex Primavera gioca una signora partita e il gol (un bellissimo collo destro al 30′ del primo tempo) è la conseguenza di questo ottimo atteggiamento. Una sua ennesima incursione porta Venuti a compiere un fallo scomposto al 40′ della prima frazione di gara, che costa il rosso diretto al terzino destro delle rondinelle.

 

Un’espulsione che lascia il segno, perché costringe l’altro ex Primavera, Rosso, a uscira dal campo dopo soli 45′ di gioco. L’attaccante parte dal primo minuto e viene schierato sulla sinistra tra i tre alle spalle di Geijo. Il giocatore tenta un paio di discese interessanti e verso il 35′ impegna in due tempi Rosati. Ma è troppo poco, secondo Boscaglia (e forse ingiustamente), per meritarsi la conferma anche nella ripresa. Di nuovo 90′ per Marco Chiosa, che ha finalmente ritrovato la sua titolarità dopo un avvio di stagione molto faticoso. Ma la scelta non sembra premiare il suo allenatore: al 38′ infatti il centrale si rende protagonista in negativo con un intervento di mano in area che causa un rigore che Memusahj, attaccante del Pescara, non fallisce. Finirà 3-2 per gli abruzzesi la partita, e quel gol ha aperto le danze a una sconfitta che gli irpirni proprio volevano evitare. Infine, Alfred Gomis. L’estremo difensore subisce una rete dal Vicenza dopo aver parato diverse occasioni avversarie. Non gioca una brutta gara, anzi, ma ancora una volta si trova a dover raccogliere il pallone alle sue spalle. La partita contro i veneti finisce 1-1.

ADVERTISEMENT

 

ADVERTISEMENT

Alfred GOMIS, Cesena


Minuti giocati: 90 (tot. 990). Presenze complessive: 13, gol subiti: 13

 

Antonio BARRECA, Cagliari 
Minuti giocati: – (tot. 134). Presenze complessive: 4, gol 0

 

Marco CHIOSA, Avellino 
Minuti giocati: 90 (tot. 655). Presenze complessive: 8, gol 0

 

Mattia ARAMU, Livorno 
Minuti giocati: 0 (tot. 741). Presenze complessive: 12, gol 1

 

Vittorio PARIGINI, Perugia 
Minuti giocati: 67 (tot. 498). Presenze complessive: 9, gol 1

 

Simone ROSSO, Brescia

Minuti giocati: 45 (tot. 338). Presenze complessive: 11, gol 0

 

 

Lega Pro

 

Di nuovo, e per prime, si vanno a commentare le assenze: Bonifazi continua a stare in panchina nel Benevento (1-1 con l’Ischia Isolaverde), e con lui anche Thiao nel Cuneo, che vince 3-1 a Padova. Niente gara, ma questa è una novità, per Parodi con l’Ancona (infortunio alla caviglia), così come per Diop che, ancora una volta, guarda il suo Lecce dalla panchina. Panchina anche per Proia, l’ennesima, nella Pistoiese (contro la già citata Ancona): il giocatore è l’unico a non essere mai sceso in campo con la sua nuova squadra, mentre Graziano e Lescano giocano soltanto due brevissimi spezzoni di gara (4′ e 6′, rispettivamente: troppo poco per mettersi in mostra). Sono quindi ben sette i giocatori che, di fatto, non sono stati impiegati o hanno giocato per pochissimo tempo. Per tutti gli altri, invece, si dovrà analizzare in maggiore profondità.

 

Si comincia da Suciu, compagno di squadra di Diop, che ha a disposizione una mezz’ora di tempo in Matera-Lecce, subentrando al posto del suo ex compagno in granata De Feudis. L’italoromeno però non incanta particolarmente, la sua partita è anzi piuttosto anonima, così come non è parsa particolarmente brillante la prestazione di Gyasi, la cui squadra, la Carrarese, pareggia 1-1 in casa della Lupa Castelli. Infine, i due giocatori dell Fidelis Andria. Prima di tutto, Fissore, che finalmente torna in campo dopo diverse partite rimasto a guardare i compagni. Nell’insolita difesa a tre, il giocatore si posiziona sul centrosinistra, e gioca una buona gara: molto generosa e maschia, tanto che verrà ammonito piuttosto presto, nel primo tempo. Non ha colpe sul gol di Arcidiacono della Juve Stabia (la partita finirà 1-1), mentre non incide particolarmente Marco Morra, che viene riconfermato ancora una volta in attacco. Dai piedi del giocatore, però, non passano azioni particolarmente degne di nota. E dopo poco più di un’ora di gioco, come di consueto, viene sostituito.

 

Kevin BONIFAZI, Benevento

Minuti giocati: 0 (tot. 15). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Matteo FISSORE, Fidelis Andria

Minuti giocati: 90 (tot. 783). Presenze complessive: 9, gol 1

 

Giovanni GRAZIANO, Renate

Minuti giocati: 4 (tot. 516). Presenze complessive: 11, gol 0

 

Sergiu SUCIU, Lecce

Minuti giocati: 30 (tot. 580). Presenze complessive: 9, gol 0

 

Luca PARODI, Ancona 
Minuti giocati: – (tot. 855). Presenze complessive: 10, gol 0

 

Federico PROIA, Pistoiese

Minuti giocati: 0 (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol 0

 

Ousseynou THIAO, Cuneo

Minuti giocati: 0 (tot. 17). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Abou DIOP, Lecce

Minuti giocati: 0 (tot. 259). Presenze complessive: 6, gol 0

 

Emmanuel GYASI, Carrarese

Minuti giocati: 65 (tot. 571). Presenze complessive: 10, gol 2

 

Facundo LESCANO, Melfi

Minuti giocati: 6 (tot. 561). Presenze complessive: 9, gol 0

 

Claudio MORRA, Fidelis Andria

Minuti giocati: 62 (tot. 753). Presenze complessive: 9, gol 2

 

 

Estero

 

Il centrocampista gioca 90′ sulla sinsitra offensiva nel 4-2-3-1 che Gabriel Milito ha disegnato per affrontare il Racing dove gioca il fratello Diego (espulso durante la gara). A vincere non è però l’Estudiantes nelle semifinali di playoff che vedono quindi passare gli avversari e che tolgono le speranze al club di vincere la Copa Libertadores. Una gara discreta per il giocatore di proprietà del Toro, senza particolari squilli ma senza nemmeno particolari colpe.

Juan SANCHEZ MINO, Estudiantes 


Minuti giocati: 90 (tot. 2.301). Presenze complessive: 32, gol 2

 

 

NB. Per “presenze complessive” si intendono tutte le partite disputate dal giocatore nella squadra in prestito, siano esse di campionato o Coppa. Si tengono in considerazione solo i minuti di gioco nei tempi regolamentari (esclusi i supplementari e i rigori).

Condividi