Toro, squadra che vince non si cambia

0
67

“Squadra che vince non si cambia” diceva Vujadin Boskov. Della stessa idea è anche Giampiero Ventura che, nella partita di domani, confermerà in blocca la squadra che domenica ha espugnato il campo dell’Atalanta.

 

In attacco infatti Belotti sembra aver vinto anche stavolta il ballottaggio con Maxi Lopez. A Bergamo l’ex giocatore del Palermo era stato autore di una buona prestazione, nonostante la fortuna non sia stata dalla sua parte come testimoniano i due pali colpiti. Ventura vuole però confermare la fiducia nel suo attaccante, sperando che finalmente riesca a sbloccarsi. Il gol manca da diverso tempo anche a Quagliarella: proprio per questo il tecnico granata non vorrebbe al momento togliere la propria fiducia al numero 27, che sarà quindi confermato in attacco dal primo minuto. In difesa, davanti a Padelli, agiranno Peres sulla fascia destra, Molinaro su quella sinistra, Bovo, Glik e Moretti al centro. Per quanto riguardo il terzetto di centrali Ventura non ha molte carte tra cui scegliere: alla lista infortunati, a cui fa parte da diverso tempo Maksimovic, si è infatti aggiunto anche Silva, Pryyma non è invece ancora considerato pronto per partire titolare in campionato e Jansson è da poco rientrato completamente in gruppo.

 

Poche anche le alterative a centrocampo, dove sono ancora assenti per infortunio Obi e Benassi, mentre Farnerud deve ancora recuperare il ritmo partita e per questo non è stato convocato. Nei due ruoli da mezzala agiranno quindi Acquah a destra e Baselli a sinistra, mentre al centro Vives dovrebbe essere ancora una volta preferito a Gazzi.

 

 

Probabile formazione Torino (5-3-2): Padelli; Peres, Bovo, Glik, Moretti, Molinaro; Acquah, Vives, Baselli; Belotti, Quagliarella. A disp. Ichazo, Castellazzi, Jansson, Pryyma, Zappacosta, Prcic, Gazzi, Amauri, Martinez, Maxi Lopez. All. Ventura.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Avelar, Maksimovic, Silva, Obi, Benassi, Farnerud
Diffidati: Peres, Vives

 

 

Condividi