Parigini, Gyasi e Diop a segno. Barreca, altra esclusione

0
75

Fine settimana positivo per molti giocatori granata in prestito. A segno vanno infatti Parigini, Gyasi e Diop, che riesce finalmente a sbloccarsi in campionato. Ecco il resoconto dei Talenti granata in Tour.

 

Serie A

 

Sempre panchina per Lys Gomis, vice di Leali, nella gara contro il Verona.

 

Lys GOMIS, Frosinone


Minuti giocati: 0 (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol subiti: 0

 

 

Serie B

 

 

Non comincia bene la nuova esperienza di Mutti al Livorno. Gli amaranto perdono, e Aramu è costretto a vedere i compagni dalla tribuna, in quanto non convocato per infortunio. In tribuna, e per scelta tecnica, anche Barreca a Cagliari, che proprio fatica a trovare spazio. Cagliari che perde clamorosamente per 4-0 in casa del Brescia, ma Simone Rosso resta in panchina per tutta la gara.

 

Giocano invece titolari Alfred Gomis, Marco Chiosa e Vittorio Parigini (questi ultimi due da avversari). Prima di tutti il portiere del Cesena, prossimo avversario del Toro in Coppa Italia: gioca una buona gara, e chiude la porta contro i temibili avversari del Pescara. I romagnoli si impongono per 1-0 e l’estremo difensore è sempre molto attento. Lo è in particolare su Caprari verso la fine del primo tempo, quando devia un tiro a botta sicura dell’ex Roma. In Avellino-Perugia 1-2, invece, è Parigini show. Già nel primo tempo, si vedeva che il giocatore era in forma, ma sono gli irpini ad andare in vantaggio. Poi, nellla ripresa, tutta la sua classe emerge, ed è autore della rete che ribalta il risultato sul 2-1, andando a credere su un pallone sul quale in pochi sarebbero riusciti a essere davvero pericolosi. Sfiora la doppietta di un nulla, a fine gara, colpendo una traversa. Di fronte a lui, c’era l’ex compagno Chiosa, che gioca titolare nella difesa a quattro ma non brilla. Anzi, il centrale è spesso svagato, e sebbene non abbia particolari colpe in occasione dei due gol segnati, è comunque coprotagonista di una serie di errori difensivi che penalizzano molto la sua valutazione in questa gara.

 

Non comincia bene

ADVERTISEMENT

Alfred GOMIS, Cesena


Minuti giocati: 90 (tot. 1.080). Presenze complessive: 14, gol subiti: 13

 

Antonio BARRECA, Cagliari 
Minuti giocati: – (tot. 134). Presenze complessive: 4, gol 0

 

Marco CHIOSA, Avellino 
Minuti giocati: 90 (tot. 745). Presenze complessive: 9, gol 0

 

Mattia ARAMU, Livorno 
Minuti giocati: – (tot. 741). Presenze complessive: 12, gol 1

 

Vittorio PARIGINI, Perugia 
Minuti giocati: 90 (tot. 588). Presenze complessive: 10, gol 2

 

Simone ROSSO, Brescia

Minuti giocati: 0 (tot. 338). Presenze complessive: 11, gol 0

 

 

Lega Pro

 

Giornata di Lega Pro che vede il ritorno al gol di due giocatori di provenienza granata. Vanno infatti a segno Gyasi con la Carrarese (che batte 2-0 la Pistoiese di Proia, sempre in panchina) e Diop con il Lecce (battuto l’Akragas per 3-1, Suciu in panchina). Il primo realizza la rete su mischia da angolo al 41′ del primo tempo (è il definitivo raddoppio); il secondo invece si conferma uomo dell’ultimo minuto, riuscendo a timbrare il suo primo cartellino della stagione al 90′, su rigore, chiudendo definitivamente la partita. Il cambio di panchina a Melfi, ora c’è Ugolotti, favorisce Lescano, che parte titolare e gioca tutta la gara nell’incontro pareggiato 2-2 contro il Matera, senza però impressionare particolarmente. Torna titolare, dopo la mancata convocazione per infortunio, Parodi nell’Ancona, e viene schierato terzino destro nella retroguardia a 4 in occasione della gara contro il Pontedera. Il risultato finale è un 1-1 poco emozionante, dove però il giocatore si conferma particolarmente concreto.

 

E mentre Bonifazi continua a far panchina, e Thiao va addirittura in tribuna, gioca più del solito Graziano, nella gara che il Renate ha perso con l’AlbinoLeffe: viene posizionato sulla trequarti a partire dal 72′, ma combina davvero poco. Infine, la Fidelis Andria: Fissore resta in panchina, mentre Morra viene schierato nell’inedita posizione di esterno destro nel 4-4-2. Gioca nua gara discreta, senza però eccellere. La sua squadra batterà 2-0 il Martina Franca.

 

Kevin BONIFAZI, Benevento

Minuti giocati: 0 (tot. 15). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Matteo FISSORE, Fidelis Andria

Minuti giocati: 0 (tot. 783). Presenze complessive: 9, gol 1

 

Giovanni GRAZIANO, Renate

Minuti giocati: 18 (tot. 534). Presenze complessive: 12, gol 0

 

Sergiu SUCIU, Lecce

Minuti giocati: 0 (tot. 580). Presenze complessive: 9, gol 0

 

Luca PARODI, Ancona 
Minuti giocati: 90 (tot. 945). Presenze complessive: 11, gol 0

 

Federico PROIA, Pistoiese

Minuti giocati: 0 (tot. 0). Presenze complessive: 0, gol 0

 

Ousseynou THIAO, Cuneo

Minuti giocati: – (tot. 17). Presenze complessive: 1, gol 0

 

Abou DIOP, Lecce

Minuti giocati: 24 (tot. 283). Presenze complessive: 7, gol 1

 

Emmanuel GYASI, Carrarese

Minuti giocati: 65 (tot. 636). Presenze complessive: 11, gol 3

 

Facundo LESCANO, Melfi

Minuti giocati: 90 (tot. 651). Presenze complessive: 10, gol 0

 

Claudio MORRA, Fidelis Andria

Minuti giocati: 66 (tot. 819). Presenze complessive: 10, gol 2

 

 

Estero

 

Dopo la sconfitta in Copa Libertadores, l’Estudiantes di Milito si rifa in Copa Sudamericana, battendo nella partita di andata dei playoff l’Olimpo per 1-0, in trasferta. Un successo importante, che pone gli argentini in una posizione privilegiata per il passaggio di turno. Il centrocampista di proprietà del Toro gioca per 90′, ed è centrocampista nel 4-2-3-1, confermandosi elemento particolarmente duttile per la rosa dell’Estudiantes. Una buona gara, senza particolari squilli.

Juan SANCHEZ MINO, Estudiantes 


Minuti giocati: 90 (tot. 2.391). Presenze complessive: 33, gol 2

 

 

NB. Per “presenze complessive” si intendono tutte le partite disputate dal giocatore nella squadra in prestito, siano esse di campionato o Coppa. Si tengono in considerazione solo i minuti di gioco nei tempi regolamentari (esclusi i supplementari e i rigori).

Condividi