Torino-Cesena, Gazzi sfida Cascione

0
53

Questa sera il Toro affronterà il Cesena nella gara valida per i Sedicesimi di Coppa Italia. I granata vanno a caccia del successo per regalarsi il derby contro la Juventus agli ottavi. Il Cesena è reduce dalla vittoria casalinga contro il Pescara e dalla conquista del quarto posto in classifica nel campionato di Serie B. I ragazzi del Ventura hanno centrato, sabato contro il Bologna, la seconda vittoria consecutiva e vorranno proseguire la striscia positiva davanti al proprio pubblico.

Entrambi gli allenatori cambieranno qualche giocatore rispetto alle partite di sabato. Il duello sarà a centrocampo tra due giocatori di grandissimi esperienza: Gazzi e Cascione.

 

Alessandro Gazzi. Il centrocampista ha l’opportunità di una maglia da titolare dopo l’infortunio alla caviglia e alla panchina nelle partite contro Inter, Atalanta (solo un minuto in campo) e Bologna. Un inizio di stagione molto travagliato quello di Gazzi che, tra i problemi alla caviglia e l’ottimo stato di forma di Vives, ha messo in fila solo 202 minuti in campo. Stasera avrà l’occasione di tornare in mediana e di mettere la sua grande esperienza e il suo spirito di sacrificio a servizio della squadra granata. Il suo apporto sarà importantissimo durante l’arco della stagione. Sarà importante fondamentale recuperarlo al meglio.

 

Emmanuel Cascione. Il mediano, fino ad ora, ha collezionato 10 presenze stagionali, ma è stato lasciato in panchina nell’ultima gara contro il Pescara. Molto probabile che sia quindi lui a contrastare Gazzi in mezzo al campo. Il bianconero è uno dei leader della squadra, protagonista anche nella passata stagione, in Serie A. Cascione è alla terza stagione con la maglia del Cesena dopo le esperienze con il Pescara, la Reggina, il Rimini e la Pistoiese, tra massima serie e cadetteria. Il centrocampista, nonostante giochi spesso basso davanti alla difesa, ha segnato 27 gol in carriera e può rendersi pericoloso su palla inattiva. Contro il Toro vorrà mettersi in mostra per riconquistare il posto da titolare.

Condividi