Vives: “I fischi a Padelli? Daniele è sereno, come tutti”

0
156

Giuseppe Vives interviene in zona mista per parlare del pareggio conseguito con la Roma: “Siamo stati bravi a crederci fino alla fine. Loro hanno avuto fortuna sul gol, noi non abbiamo mollato fino al 90′ e siamo stati bravi a guadagnarci questo rigore. Era il minimo che potevamo portare a casa“.

 

Bene la difesa, manca un po’ di incisività: “Abbiamo avuto delle occasioni nel primo tempo, se avessimo fatto gol sarebbe sicuramente cambiata la partita. Noi lavoriamo sempre di squadra, e quando lavoriamo così è difficile per chiunque affrontarci. Gli attaccanti ci danno una grande mano in difesa, è bene ricordarlo. Comunque siamo contenti di quel che abbiamo fatto, perché la Roma è forte. Noi dobbiamo studiare i nostri errori, analizzarli, e capire cosa evitare“.

 

Sui fischi a Padelli: “Non penso che i tifosi fischino il giocatore. Magari chi lo fa è il tifoso in giacca e cravatta che viene a vedere la partita gratis, perché solitamente siamo sempre sostenuti. Daniele è tranquillissimo come tutti noi, per cui avanti così, serenamente. Poi ha fatto una grande parata dopo. Il gol loro? Devo rivederlo, ma mi è sembrata una palla difficile. Se c’è stato errore, Daniele lavorerà per non ripeterlo più; se non c’è stato, dovremo capire cosa potevamo fare per evitare“.

 

Sul rigore: “A volte guardiamo la moviola cinque o sei volte per capire cosa succede. Gli arbitri sono umani, sbagliano anche loro: devono poter lavorare con tranquillità. Non è semplice gestire una gara con 22 giocatori che sempre si lamentano per ogni decisione“.

 

Parapiglia tra Acquah e Florenzi? “Non lo so. Afryie chiedeva che gli venisse chiesto scusa. Non ho capito bene perché. Il mio tiro all’ultimo? Era un po’ della disperazione, perché ero cotto (ride, ndr)”.

 

Ora c’è il Sassuolo: “Noi pensiamo partita dopo partita. Non sarà quella la gara che ci garantirà l’ingresso all’Europa. Non possiamo vincere tutte le gare, la nostra prima necessità è fare prestazioni importanti: poi il risultato arriva. Se avessimo perso oggi avremmo potuto recriminare, perché avevamo giocato bene. A fine campionato vedremo dove saremo arrivati. Cercheremo di fare il massimo“.

 

 

Clicca qui per vedere gli highlights della partita:

 



Condividi