Fifa, mazzette da 100 milioni: l’FBI indaga su Blatter

0
40

Un nuovo, ennesimo, scandalo si abbatte sulla Fifa di Joseph Blatter. L’FBI ha infatti aperto le indagini intorno a un clamoroso fenomeno di corruzione che ha coinvolto l’organo internazionale calcistico negli anni 90, quando era presidente in carica Texeira. La società di marketing Isl avrebbe infatti corrisposto una mazzetta di ben 100milioni di dollari (che allora valevano ben più dei 92milioni di euro attuali) per accaparrarsi i diritti televisivi legati a una serie di eventi promossi dalla Fifa.

 

Le indagini sono volte a capire se, e eventualmente in che misura, l’attuale presidente, sospeso per 90 giorni (rientrerà a metà dicembre) e già nell’occhio del ciclone per altri scandali, era coinvolto anche in questa attività decisamente illecita. Blatter, che ha continuato ad avvalersi della collaborazione propiro di Texeira una volta diventato presidente della Fifa, è rientrato nel registro degli indagati in seguito a una lettera in mano all’FBI dove si parla esplicitamente di un suo coinvolgimento. In un mondo del pallone sempre più marcio anche a livello internazionale, arriva una voce che porta sempre più nel baratro un organismo che ha necessariamente bisogno di essere riformato, se vorrà davvero voltare pagina.

 

Condividi