Toro: la grande occasione di Ichazo

0
98

La nebbia che ha coperto Reggio Emilia non ha solamente impedito a Sassuolo e Torino di giocare la partita, non ha nemmeno consentito a Daniele Padelli di riscattarsi dopo la gara contro la Roma e di replicare sul campo alle critiche che gli sono piovute addosso nei giorni successivi. Il numero 1 granata dovrà quindi aspettare un’altra settimana prima di poter tornare a parare, dovrà infatti attendere che all’Olimpico arrivi l’Udinese, nonostante mercoledì il Toro sia impegnato in una fondamentale sfida: quella degli ottavi di finale di Coppa Italia contro la Juventus. Questo perché allo Stadium bianconero a difendere la porta granata ci sarà Salvador Ichazo.

Per la coppa, come accaduto anche nelle precedenti stagioni, Ventura ha infatti scelto di alternare i propri portieri. È così che se in campionato il titolare resta Padelli, in Coppa Italia tocca invece a Ichazo. Per l’uruguaiano il derby non poteva capitare in un momento migliore: con Padelli ancora nell’occhio del ciclone, Ichazo avrà la possibilità per cercare di ribaltare le gerarchie nella porta granata. Il numero 28, che mercoledì giocherà la sua quarta partita in assoluta con la maglia granata, dovrà essere autore di una grande prestazione, non avrà margini di errori se vorrà diventare il portiere del Torino anche in campionato. Un compito tutt’altro che facile, considerato anche lo scarso minutaggio accumulato finora e l’avversario che si ritroverà di fronte.

 

Se nelle precedenti partite giocate Ichazo non è mai stato chiamato particolarmente in causa – sia nella partita di campionato dello scorso anno contro il Cesena, che nelle due di Coppa Italia di quest’anno contro il Pescara e nuovamente il Cesena, l’uruguaiano non ha praticamente mai dovuto effettuare una sola parata – contro la Juventus si prospetta un impegno maggiore per l’estremo difensore. Proprio per questo motivo la partita contro la Juventus sarà la sua grande occasione per dimostrare il proprio valore e provare a ribaltare le gerarchie.

 

 

Condividi