Toro-Udinese, i granata non perdono dal 2008

0
58

L’ultimo avversario del 2015 per i granata sarà l’Udinese di Colantuono con cui i granata si sono affrontati, nella loro storia, 60 volte nella massima serie. Di queste i granata ne hanno vinte 19 pareggiate altrettante e perse 22. Un bilancio non del tutto positivo per il Toro che, tuttavia, viene nettamente ribaltato se si considerano solo le partite casalinghe. Davanti ai propri tifosi, infatti, nella 30 occasioni di sfida con l’Udinese, i granata se ne sono aggiudicate 15, perdendone soltanto 8 e pareggiandone 7.

 

L’ultimo incontro tra le due formazioni all’Olimpico, quello della scorsa stagione, è terminato proprio in favore dei padroni di casa che si sono aggiudicati i tre punti grazie alla rete di Quagliarella al ‘62. Una vittoria che ha rappresentato anche il primo successo interno del Toro e la prima esperienza in maglia granata in campionato per Pontus Jansson che sostituì lo squalificato Glik. L’anno prima, invece, furono le reti di El Kaddouri e Immobile a consegnare la vittoria per 2-0 agli uomini di Ventura.

La prima partita in Serie A tra le due squadre giocata nel capoluogo piemontese risale invece alla stagione 1950/1951. Si giocava al Filadelfia e le due squadre terminarono l’incontro sul punteggio di 3-3 con un rigore sbagliato dal bianconero Forlani. Per i padroni di casa andarono a segno Santos, su rigore, e Frizzi che mise a segno una personale doppietta. Per gli ospiti, invece, le reti furono di Perissinotto e Forlani, su rigore, mentre il terzo gol è da imputare all’autorete del granata Grava.

 

Il match con il maggior numero di reti segnate porta ancora una volta la firma granata. Il 20 ottobre 1957, infatti, i padroni di casa si imposero sull’Udinese con un punteggio tennistico: 6-2. A siglare la sestina vincente furono Bacci, Armano, Arce, Bonifaci, Bertoloni e Fogli. Per l’Udinese, invece, andarono a segno solo Pantaleoni, autore del momentaneo 1-1, e Lindskog.

Per rintracciare l’ultima vittoria dell’Udinese in casa del Toro, invece, bisogna risalire fino alla stagione 2007/2008. Il Toro di Novellino in quell’occasione non riuscì a ribaltare il risultato perdendo di misura grazie alla rete del bianconero Pepe. Una serata sfortunata per il Toro che, oltre alla sconfitta, deve fare i conti anche con la distorsione al ginocchio di Comotto, uscito all’’11 del primo tempo, allo stiramento all’adduttore di Sereni, che lascia il campo al termine dei primi 45 minuti e ai problemi di Barone insorti a cambi ormai terminati.

 

Dopo quella sconfitta, il Toro ha messo a segno un filotto di 3 vittorie e un pareggio. Insomma, l’Olimpico si dimostra ancora una volta amico dei granata e questa sera più che mai al Toro servirà tutto l’appoggio possibile per poter portare a casa un risultato fondamentale, soprattutto dal punto di vista del morale. 

Condividi