Il 2015 del Toro / Dicembre: la lenta risalita prima dell’umiliazione nel derby

0
30

Un dicembre tutt’altro che fortunato quello del 2015 per il Torino, il peggiore da quando Ventura è alla guida dei granata. Eppure l’ultimo mese dell’anno era cominciato bene, con il Toro che, tra le mura amiche dell’Olimpico, era riuscito a raggiungere il pareggio contro la Roma. Quella del 5 dicembre è una gara in cui la squadra di Ventura impone il suo gioco almeno fino alla prima metà del primo tempo, senza però riuscire a segnare, nonostante le tante occasioni da rete. La Roma, invece, appare sottotono, ma riesce a trovare il vantaggio grazie ad una punizione di Pjanic ed un errore di Padelli. La partita va verso il termine, con i giallorossi in vantaggio per 1-0, quando nei minuti di recupero i granata si guadagnano un calcio di rigore che Maxi Lopez realizza, fissando così il punteggio finale sull’1-1.  

 

Nel turno successivo il Torino dovrebbe affrontare il Sassuolo al Mapei Stadium, ma la nebbia troppo fitta nel terreno di gioco di Reggio Emilia impongono ai giudici di gara di rinviare il match a data da destinarsi (fissata poi per il 20 Gennaio 2016). Il rinvio della trasferta contro la squadra di Di Francesco consente al club di Cairo di concentrarsi al meglio sul sentitissimo derby di Coppa Italia contro la Juventus, partita che segna l’inizio della fase calante del Torino.  

 

La squadra granata, infatti, commette un errore dopo l’altro e viene punita ben quattro volte dai bianconeri che fissano il punteggio, allo Juventus Stadium, sul 4-0. Non solo l’eliminazione dalla Coppa, ma anche, e soprattutto, il modo in cui questa si è verificata danno luogo a una decisa contestazione da parte della tifoseria granata, che non perdona a Glik e compagni di aver perso in quel modo contro i rivali cittadini della Juventus. La situazione, quindi, si fa tesa e urge una scossa che tutti si augurano avvenga in campionato, nella gara interna contro l’Udinese di Colantuono.  

 

La partita, però, è bloccata e al Toro sembra mancare la giusta cattiveria, cosa che i friulani sfruttano a loro vantaggio, portandosi sullo 0-1. Gli uomini di Ventura dovrebbero reagire ma non riescono a farlo neanche dopo che l’Udinese rimane in dieci in seguito all’espulsione per doppia ammonizione di Wague. Così il match termina con la sconfitta per i granata, che rimangono bloccati a 22 punti in classifica. Il bilancio, misero, è soltanto di 1 punto nelle ultime due partite interne dell’anno e eliminazione dalla Coppa Italia in seguito ad una pesante sconfitta, oltretutto contro la Juve. Da segnalare, infine, il fatto che il Torino, sotto la guida di Ventura, finora aveva sempre vinto l’ultima gara dell’anno, cosa che purtroppo nel 2015 non è riuscita.

 

 

Condividi