Granata in prestito: il bilancio di metà stagione

0
86

Tra i Primavera che lo scorso giugno a Chiavari si sono laureati campioni d’Italia l’unico ad essere approdato in serie B è Simone Rosso, accasatosi al Brescia. Nonostante la categoria molto impegnativa, l’attaccante è tra i gli ex Primavera alla prima stagione da professionisti, uno di quelli che nella prima parte di stagione ha giocato di più: prima di essere fermato da un infortunio che lo costringe ai box da diverse settimane, Rosso ha collezionato con il Brescia, attualmente quinta forza del campionato cadetto e in piena lotta per un posto ai playoff, ben undici presenze. Vero è che spesso si è dovuto accontentare di qualche spezzone di partita, ma alla prima esperienza in serie B quello accumulato finora da Rosso è sicuramente un buon bottino.

 

Tra gli attaccanti che lo scorso anno erano a disposizione di Longo, stanno trovando parecchio spazio in Lega Pro anche Claudio Morra e Facundo Lescano. Il primo è praticamente un titolare della Fidelis Andria, con la quale ha finora collezionato in campionato undici presenze (tutte dal primo minuto) e due gol, solamente qualche infortunio lo ha costretto a saltare cinque partite di questo campionato. Il secondo, pur non essendo ancora riuscito a sbloccarsi, sta giocando con la stessa continuità al Melfi. Tra i nuovi professionisti può essere soddisfatto del proprio minutaggio finora anche Giovanni Graziano che, seppur spesso entrando dalla panchina, ha quasi sempre giocato con il Renate. Chi invece sta faticando a trovare spazio, dopo essere sempre stato schierato da titolare nelle prime otto giornate di campionato, è l’ex capitano granata Matteo Fissore, costretto praticamente sempre negli ultimi due mesi a guardare le partite della Fidelis Andria dalla panchina. Tra chi invece non può essere soddisfatto di come è finito il 2015 ci sono Kevin Bonifazi, Federico Proia e Ousseynou Thiao: i due, insieme, hanno collezionato solamente tre presenze per un totale di cinquantatré minuti giocati. In Lega Pro, sono spesso costretti alla panchina anche Abou Diop e Sergiu Suciu che a Lecce, soprattutto dopo l’esonero di Asta, hanno faticato a trovare spazio nell’undici iniziale giallorosso. Gli ultimi giocatori del Torino in Lega Pro, che così come Diop e Suciu non sono alla prima esperienza da professionisti, sono Emmanuel Gyasi e Luca Parodi. Il primo con la Carrarese si sta rilanciando dopo una stagione ai margini della squadra sia a Pisa che a Mantova. Gyasi è praticamente un titolare del club toscano e ha trovato anche in quattro occasioni il gol. Il secondo sta invece continuando a mostrare le sue buone qualità ad Ancona, così come aveva fatto lo scorso anno.

 

Tra coloro che hanno alle spalle almeno una stagione da professionisti, è da segnalare in positivo l’ottimo campionato che sta disputando a Perugia, in serie B, Vittorio Parigini che spesso si è rivelato decisivo con i suoi assist ed i suoi gol. Alfred Gomis è ormai una certezza e sta vivendo l’ennesima stagione da protagonista, quest’anno con il Cesena. Positiva anche la seconda parte del 2015 di Mattia Aramu, titolare fisso del Livorno fino al momento dell’infortunio, e di Marco Chiosa, anche lui spesso impiegato nell’undici iniziale dell’Avellino. Chi invece sta faticando a trovare spazio è Antonio Barreca, chiuso a Cagliari nel ruolo di terzino sinistro da Murru. Dopo un inizio di stagione difficile, nelle ultime settimane Barreca è però riuscito a giocare con più continuità. Per il terzino hanno inoltre palesato il proprio interesse diverse squadre del campionato cadetto, nonostante ciò Barreca resterà a Cagliari fino al termine della stagione. Chi invece potrebbe cambiare aria è Lys Gomis che a Frosinone veste i panni del terzo portiere.

 

 

Condividi