Napoli-Torino, Di Bello sufficiente

0
96

Poco da dire sulla direzione di gara dell’arbitro Marco Di Bello al San Paolo. L’arbitro della sezione AIA di Brindisi, ben coadiuvato dai suoi assistenti, non ha commesso gravi errori pur concedendosi qualche incoerenza gestionale. Nel complesso, infatti, è stato piuttosto indulgente nel sanzionare gli interventi in campo (sebbene alla fine siano stati sei i cartellini gialli) salvo però utilizzare un metro inflessibile nel caso dell’ammonizione di Baselli e nell’allontanamento dei due tecnici.

Il primo cartellino è arrivato dopo appena 2’ a carico dell’irruente Acquah per un intervento duro su Hamsik e al 6’ è già il turno di Higuain per un fallo su Baselli. Al 26’ Glik si aiuta col braccio nel fermare Higuain il quale protesta chiedendo l’ammonizione ma Di Bello non acconsente. Al 32’ Ghoulam è ingenuo intervenendo in scivolata in area su Bruno Peres in progressione, il francese colpisce pallone e gamba del brasiliano: sull’episodio l’arbitro esita ma l’assistente di linea Nasca, a due passi, non ha dubbi e induce Di Bello a concedere il penalty. Al 36’ e al 44’ rischiano Moretti per una trattenuta su Higuain e Molinaro per un intervento a gamba tesa su Callejon.
Al 47’ il primo cartellino giallo della ripresa ai danni di Baselli è quantomeno discutibile ed esagerato, anche in considerazione del metro sin lì adottato: il giovane centrocampista granata è infatti ammonito per un tocco impercettibile su Callejon che sentendosi toccare stramazza al suolo. Al 58’ Glik è costretto ad intervenire fallosamente su Higuain al limite dell’area e l’arbitro lo ammonisce; sul susseguente calcio di punizione, Insigne colpisce la parte alta della traversa ma arbitro e collaboratori vedono un’inesistente deviazione di Padelli e concedono il calcio d’angolo. Al 72’ ammonito anche Bovo per un intervento in ritardo su Mertens mentre al 75’ rischia anche Vives (graziato) per una trattenuta. Al 78’ Di Bello è fiscale ai limiti dell’eccesso allontanando dal terreno di gioco i due tecnici: Sarri per aver oltrepassato l’area tecnica e Ventura per aver dato un pugno alla panchina dopo un errore di Bovo! All’86’ infine ammonito giustamente Albiol per proteste.

Insomma, a parte qualche decisione un po’ così, l’arbitro brindisino è riuscito a tenere in pugno la partita e a gestire tutto sommato in modo corretto i falli fischiando il giusto. Alla terza direzione (dopo le vittorie contro Siena e Crotone), per i granata al San Paolo giunge la prima sconfitta.

 

Condividi