Toro, ecco l’Empoli

0
64

Il Toro domenica ospiterà l’Empoli di Giampaolo. I granata devono ritrovare il successo dopo sver collezionato solo un punto nelle ultime tre partite, ma di fronte avranno la rivelazione di questo campionato. L’Empoli sta infatti giocando un ottimo calcio sotto la guida di Giampaolo e può contare su una posizione di classifica di tutto rispetto. 

 

Il tecnico ama schierare un 4-3-1-2 che esalta la classe e la fantasia di Riccardo Saponara, giocatore che sta vivendo una stagione di altissimo livello. Il trequartista ha trovato nell’Empoli la squadra adatta a esaltare le sue caratteristiche e la difficile esperienza al Milan è ormai solo un ricordo. Questi potrebbero essere i suoi ultimi mesi in maglia azzurra prima del salto in una squadra di vertice. La classe non manca affatto. Le giocate di Saponara innestano Maccarone e Pucciarelli. Big Mac ha già messo a segno sette reti e non ha intenzione di rallentare. Ancora una volta si è dimostrato un giocatore di altissimo livello: il suo rendimento è migliore rispetto a quello di molti altri attaccanti, maggiormente quotati a inizio stagione. Pucciarelli è il classico attaccante di movimento che fa tanto bene al gioco di squadra. Il gol è compito di altri.

 

Il centrocampo è il reparto con più sorprese: Buchel (24 anni), Zielinski (21) e Paredes (21) sono alla prima stagione da assoluti protagonisti e stanno convincendo tutti. Giampaolo ha saputo inserirli nel momento giusto e per ora è stato ripagato. Uno dei centrocampi più giovani della Serie A. Uno dei più convincenti.

In difesa il leader è Tonelli. La pericolosità in zona gol non è quella della passata stagione, ma il rendimento difensivo sì. Sulla fascia è stato confermato Mario Rui, dopo l’ottima annata. Il suo punto di forza è la fase difensiva. 

 

Nel complesso l’Empoli è quindi una squadra molto organizzata che fa del collettivo la sua migliore qualità. Tutti lavorano per i compagni e sfruttano le proprie caratteristiche per esaltare il 4-3-1-2 di Giampaolo. I 27 punti in classifica sono tutt’altro che una casualità. Un ottima occasione per testare le ambizioni dei granata. 

 

 

 

Condividi