Toro, Immobile è già leader

0
60

Arrivato dal Siviglia e subito protagonista in granata con tre partite consecutiva da titolare e un gol all’attivo. Ciro Immobile è tornato in granata ed è subito diventato trascinatore in campo e fuori. Le esperienze all’estero in club importanti hanno sicuramente aumentato la maturità del giocatore che ora può ritrovare continuità nel campionato italiano con la maglia del Toro.

 

Immobile ha dimostrato di essersi allenato con impegno anche nella prima metà della stagione, nonostante le poche apparizioni in campo. Il suo stato di forma è infatti apparso ottimo e ciò ha permesso all’attaccante di giocare  tre partite in una settimana. Al termine della sfida contro i viola, il numero 10 ha parlato proprio della sua condizione fisica: “Dopo la partita contro il Frosinone mi sentivo bene, oggi invece ho accusato un po’ di stanchezza, anche perché nei precedenti mesi ho giocato poco quindi penso che sia normale. Poi non mi trovo neanche bene a giocare a giocare a quest’ora. Ora ho una settimana per allenarmi e per essere nuovamente al 100% nella prossima partita. Contro il Verona cercheremo di riscattarci e vincere”. Stanchezza assolutamente giustificata. 

 

L’impiego in tutte e tre le partite ha dato una certezza. Immobile sarà titolare fisso della squadra granata in questa seconda metà di stagione e gli altri attaccanti in rosa dovranno giocarsi un posto al suo fianco. Belotti ha migliorato il suo rendimento con l’arrivo dell’attaccante napoletano e ha messo a segno 3 gol in 3 partite. Immobile si muove molto e molte volte l’abbiamo visto arrivare fino a centrocampo per giocare il pallone. Il suo movimento libera molto spazio per l’inserimento dei centrocampisti e per il fiuto per il gol di Belotti. A tal proposito Immobile ha offerto uno spunto importante: Io e Belotti ci troviamo bene insieme, ma il Toro in attacco ha giocatori forte, come Maxi Lopez, Martinez e Quagliarella”. Una conferma dell’ottima intesa con Belotti, nonostante il poco tempo passato assieme. Questa potrebbe diventare la coppia di attaccanti granata anche per il futuro. Giusto lavorare sull’intesa e insistere in campo. Il tempo e l’allenamento non potrà che giovare a entrambi.

Condividi