Calciomercato: promosse, bocciate e rimandate della sessione invernale

0
61

A meno di 48 ore della chiusura della finestra di mercato invernale 2015-2016, si possono fare le prime analisi su quanto accaduto in un mese di trattative. Un mercato lungo che ha visto, da un lato, alcune squadre rafforzarsi dall’altro, l’indebolirsi. Ci sono giocatori tornati nel nostro campionato, altri partiti verso nuove esperienze. Ecco un giudizio sulle squadre che sono migliorate grazie agli acquisti e possono ritenersi promosse, quelle che si sono invece indebolite e, di conseguenza, non possono che essere bocciate e quelle che, invece, restano in attesa di giudizio, rimandate.

 

 

ATALANTA: Bocciata. Sono stati ceduti tanti giocatori Maxi Moralez, Suagher, Boakye, Grassi e per ultimo Denis. A sostituirli sono arrivati Diamanti, Gakpé, Djimsiti, Borriello e Molina, che difficilmente miglioreranno la rosa. 

 

BOLOGNA: Promossa. Da quando è arrivato Donadoni, i gialloblù sono un’altra squadra e gli acquisti sembrano averla rafforzata. Floccari, arrivato dal Sassuolo, può essere prezioso come vice Destro. Ottimo anche l’acquisto di Zuniga dal Napoli.

 

CARPI: Promossa. La squadra di Castori è in un ottimo momento, ha pareggiato con Sampdoria, Inter e Palermo e, con Mancosu davanti, sembra essere più pericolosa. Gli emiliani hanno anche fatto ritornare Simone Verdi, scuola Milan ed ex Toro, dalla Spagna. 

 

CHIEVO: Bocciata. I gialloblù di Maran sono in fase calante e, per di più, hanno perso Paloschi. A rimpiazzarlo sarà Floro Flores, colpo dell’ultimo giorno di mercato. 

 

EMPOLI: Rimandata. Nonostante abbia perso Barba, andato allo Stoccarda, l’ha rimpiazzato con Ariaudo ed è stata brava a non cedere altri pezzi pregiati. 

 

FIORENTINA: Rimandata. Ha ceduto Rossi e l’ha sostituito con Zarate e Tello. Tino Costa è un buon giocatore, ma non modifica gli equilibri a centrocampo. La priorità era un colpo in difesa ed è arrivato Benalouane sul filo di lana: difficile che dia la scossa che serve. 

 

FROSINONE: Bocciata. La squadra ciociara non si è mossa quasi per niente e, cedendo Diakitè si è ulteriormente indebolita. Dal Toro è arrivato il difensore Pryyma. 

 

GENOA: Rimandata. Suso è un ottimo colpo, Cerci ancora da valutare, ma nel complesso non è cambiato molto nello scacchiere di Gasperini, che però può rammaricarsi per la cessione di Perotti. 

 

INTER: Rimandata. Eder è un ottimo colpo, ma non strettamente necessario in un reparto che già era affollato. Ottimo affare la cessione di Guarin, serviva però un regista in mezzo al campo che non è arrivato. 

 

JUVENTUS: Rimandata. I bianconeri non si sono praticamente mossi sul mercato, se non per operazioni in prospettiva. Difficile dare una valutazione adesso.  

 

LAZIO: Bocciata. Il solo Bisevac in difesa non basta a dare sicurezza. Servivano altri acquisti per dare una scossa agli uomini di Pioli. 

 

MILAN: Bocciata. Tante le operazioni in uscita (Suso, Cerci, oltre a De Jong svincolato), solo Boateng in entrata. Sarebbero serviti i soldi della cessione di Luiz Adriano per un altro colpo, ma il trasferimento è sfumato all’ultimo momento.

 

NAPOLI: Rimandata. Grassi e Regini non cambiano sicuramente gli equilibri di una squadra già forte, ma che non ha molti ricambi all’altezza dei titolari. Tuttavia il colpo di Grassi può rivelarsi ottimo in prospettiva.

 

PALERMO: Bocciata. I rosanero dovevano rafforzarsi per raggiungere la salvezza. Il solo Cristante non basta a rafforzare la squadra. 

 

ROMA: Promossa. L’unica importante pecca è il mancato arrivo di un centrale difensivo, ma le cessioni effettuate dai giallorossi, seguite da acquisti di ottima qualità, rendono buono il mercato della squadra capitolina. El Shaarawy ha già lasciato il segno, con due gol in due partite, Perotti potrà essere prezioso.

 

SAMPDORIA: Rimandata. La rivoluzione nel reparto arretrato rende difficile una valutazione. Certo è che sostituire Eder sarà un compito non facile per il neo acquisto Quagliarella. Arrivati Sala e Ranocchia, che dovranno entrare nei meccanismi. 

 

SASSUOLO: Rimandata. La squadra non è stata rivoluzionata, l’undici titolare è rimasto lo stesso e qualche colpo in prospettiva è stato fatto. Il tempo dirà se le intuizioni possono essersi giuste: arrivato Trotta, preso Sensi per giugno

 

UDINESE: Bocciata. Hallfredsson e Matos danno un po’ di qualità in più alla squadra, ma ci voleva ben altro per migliorare sensibilmente la rosa. In più ha ceduto Kone e Marquinho. 

 

VERONA: Bocciata. Ha dato via anche gli ultimi pezzi pregiati, indebolendosi ulteriormente. La B è sempre più vicina. 

Condividi