Torino-Carpi: Verdi all’Olimpico vuole tornare protagonista

0
93

Torino-Carpi è una partita importante pere entrambe le squadre. Il Toro vuole dare continuità dopo un periodo decisamente complicato, il Carpi spera di trovare punti vitali per mantenere accese le speranze di salvezza.

 

Sarà una partita nella partita per l’ex granata Simone Verdi, arrivato tra le fila della squadra emiliana, dopo l’esperienza in Liga Spagnola con la maglia dell’Eibar. Il classe ’92 è stato in comproprietà tra Milan e Toro fino a questa estate, quando la dirigenza granata ha deciso di lasciare l’intero cartellino ai rossoneri per meno di 500 mila euro, nonostante la buona stagione con la maglia dell’Empoli.

 

Verdi era arrivato alla corte di Ventura all’inizio dell’avventura del tecnico sulla panchina dei granata, ma, sopratutto inizialmente, ha faticato a trovare spazio. La concorrenza in quel ruolo – ai tempi del 4-2-4 venturiano – e la giovane età (era la prima esperienza tra i professionisti dopo la Primavera) non hanno consentito al classe ’92 di giocare tanti minuti. Dodici le presenze in serie cadetta, quattro quelle la stagione successiva in serie A. A gennaio la decisione di andare a ritagliarsi il giusto spazio a Castellammare di Stabia dove colleziona 20 presenze in serie B.

 

Un buon campionato convince Sarri a portarlo a Empoli. Con i toscani, finalmente Verdi trova continuità e l’opportunità di dare sfogo alle sue qualità da trequartista puro in un sistema di gioco (il 4-3-1-2) che le esalta. Prima 40 presenze, 5 gol e 7 assist in Serie B, poi la promozione in A e la riconferma. L’Empoli stupisce tutti al ritorno in massima serie e Verdi è al centro del progetto tattico di Sarri. Al San Paolo di Napoli arriva anche il primo centro in serie A. Rimarrà l’unico, perchè il Milan, al termine della stagione, decide di cederlo in prestito all’Eibar in Liga Spagnola, dove colleziona solo 13 presenze tra campionato e coppa. Allo scadere del mercato invernale arriva la chiamata del Carpi e Verdi sposa l’idea di ritornare in Italia. Per Castori, attualmente, è solo un’alternativa. Dovrà ritagliarsi spazio per mettere nuovamente in mostra le sue qualità nella massima serie.

 

Ex della partita è anche il ghanese Isaac Cofie, che ha vestito la maglia granata nella stagione 2010/2011, collezionando una sola presenza.

Condividi