Toro-Carpi, Glik sfida Mbakogu

0
65

La continuità da un lato, punti salvezza dall’altro. Sono questi gli obiettivi che oggi pomeriggio Toro e Carpi cercheranno di centrare nella prima sfida all’Olimpico. Obiettivi che passeranno, inevitabilmente, anche dai piedi di due delle colonne più importanti delle due formazioni. Da un lato Glik e, dall’altro, l’attaccante Mbakogu, protagonisti proprio del duello settimanale proposto da Toro.it.

 

Kamil Glik. Le caratteristiche del capitano granata sono ormai cosa nota, così come la sua grinta e la sua tenacia. Il difensore polacco si è conquistato il posto da titolare a suon di prestazioni di altissimo livello diventando non solo uno dei veterani di questo Toro ma anche e soprattutto una pedina difficilmente sostituibile. Il rendimento del giocatore granata, pur diverso da quello dello scorso anno, cosa che riguarda l’intera difesa, lo rende una delle pedine più importanti per Ventura. Nel corso della stagione qualche errore, spesso grossolano c’è stato e, complici le difficoltà dell’intero gruppo, Kamil Glik sta patendo un po’di nervosismo ma il suo posto in campo non è di certo in discussione e anche contro il Carpi potrà essere, ancora una volta, una delle armi in più di questo Toro.

 

Jerry Mbakogu. Dopo aver vestito le maglie più disparate e militato praticamente in tutte le categorie, è al Carpi che l’attaccante classe 1992 ha una vera e propria esplosione già in serie B quando, grazie alle sue 15 reti e 7 assist in 30 partite risulta il vero trascinatore della squadra nella massima serie. Un attaccante completo che unisce la forza fisica alla velocità e ad una buona tecnica. Caratteristiche che lo rendono indispensabile per la squadra di Castori dove è in grado di fare letteralmente reparto da solo: abile nel saltare gli avversari, nel proteggere il pallone e nel giocare di sponda è di certo uno degli uomini più pericolosi del neopromosso Carpi e, di certo, sarà il punto di riferimento della squadra anche nella partita contro il Toro. 

Condividi