Longo: ”Grande prova. Ma il secondo tempo troppo in mano al Genoa”

0
94

Moreno Longo è particolarmente felice per la vittoria conseguita oggi, che permette alla sua squadra di centrare un terzo posto che ben lascia sperare per il futuro. “È stata una grande prestazione da parte nostra” commenta il tecnico a fine gara, “anche perché il Genoa per l’organico che ha non rispecchia la classifica che ha a disposizione. Nello scontro singolo, diretto, può battere davvero chiunque. La nostra prestazione oggi è stata gestita su un campo ostico, ed è una grande vittoria, che credo ci abbia visto meritare questi tre punti“.

 

E adesso con il terzo posto, il Toro prova a crederci un po’ di più? “La nostra filosofia è di provarci sempre, al di là della classifica odierna. Il nostro obiettivo sono i playoff, e dobbiamo fare più punti possibili. E se qualcuno mollerà, dovremo essere bravi noi a farci trovare pronti. Tanto, stando dietro, dobbiamo cercare di vincerle tutte: è inutile fare calcoli“.

 

Ma cinque vittorie consecutive erano preventivabili alla ripresa del campionato? “È sicuramente un bel bottino. Mi aspettavo che la squadra potesse crescere” continua il tecnico “anche perché nel girone di andata abbiamo giocato molte più gare rispetto alle altre avversarie. Tutte partite che ci hanno portato via energie, e con l’organico che ha risentito di parecchi infortuni. Sapevamo che risolvendo quell’aspetto, giocando una partita a settimana, sicuramente saremmo cresciuti“.

 

Infine, un’ultima considerazioen sulla squadra. Se il Genoa non rispecchia la classifica che ha, il Toro invece? “Il Toro sì. Abbiamo l’organico per stare tra i primi 4, o 5 posti. Possiamo sicuramente fare i playoff. Ma se vogliamo fare un ulteriore passo avanti dobbiamo giocare non come il secondo tempo di oggi: il primo è stato straordinario, ma dopo abbiamo lasciato troppo il pallino del gioco in mano al Genoa. E questo non mi è piaciuto per niente: la mentalità vincente si ha giocando ad alta intensità per 90′. Esigo e pretendo dai miei ragazzi tutti e due i tempi giocati come il primo!”, carica l’allenatore, che sta continuando a ottenere risultati straordinari con i suoi giocatori.

 

 

Condividi